Spread in calo e Borsa in salita. Il nuovo governo rassicura i mercati

Lo spread Btp/Bund è sceso dai 240 della chiusura di ieri a 218 dell'apertura di oggi.

Spread e Borsa

La conferma che i mercati fossero più spaventati dall'assenza di governo che dal tipo di governo è arrivata oggi. Ieri sera è stato annunciato il nuovo esecutivo italiano e stamattina, subito in apertura, lo spread Btp/Bund è in netto calo e la Borsa di Milano è in salita. Lo stesso sta accadendo in Spagna, dove è avvenuto il cambio di Premier.

Ieri in chiusura lo spread era a 240 punti, oggi all'apertura era a 218, con il tasso sul decennale del Tesoro al 2,56%. In calo anche lo spread sulla scadenza a due anni, sceso a 117 punti con tasso allo 0,51%.

Per quanto riguarda la Borsa, Piazza Affari ha aperto in rialzo del 2,75%, spinta soprattutto dai titoli finanziari, aiutati dal rientro dello spread. Banco Bpm ha registrato in apertura un +7,9%, grazie alla notizia dell'ok del Consiglio di amministrazione alla ccessione di 4,9 miliardi di sofferenze, Bper in salita del 7,3% è stata sospesa per eccesso di rialzo, Ubi al +6,6%, Banca Generali al +5,19%, Intesa al +5,3%, Unicredi al +4,8%.

Fuori dal listino principale troviamo in salita anche Cattolica assicurazioni al +8,4%, Mps al +3,7%. Fca, che oggi presenta le sue strategie fino al 2022, ha aperto in salita del 2,63%. L'unico titolo in calo è Moncler, -1,2%.

Ma i dazi? L'effetto dei dazi americani su acciaio e alluminio importati da Europa, Canada e Messico sembrano aver influenzato soprattutto i mercati asiatici. Tokyo ha chiuso a -0,14%, Shanghai a -0,9%, Shenzhen a -1,45%, Hong Kong a -0,16%. In calo anche Sidney, a -0,32%, mentre guadagna Seul, +0,64%. L'euro è stabile a quota 1,1674 sul dollaro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO