PD in piazza, Martina a Salvini: "Esci dalla diretta Facebook e vieni a confrontarti"

"Prendiamo tutti questa piazza come l'inizio di una nuova storia, l'inizio di un nuovo impegno"

Nel giorno del giuramento del nuovo Governo, il Partito Democratico è sceso in piazza a Roma e Milano in difesa della Costituzione. Le due manifestazioni erano infatti state annunciate dopo la minaccia dell'impeachment nei confronti di Mattarella, poi ritirata sia da parte del Movimento 5 Stelle che da parte di Fratelli d'Italia. La manifestazione si è tenuta ugualmente, trasformandosi in un dibattito sul nuovo Governo.

Sul palco di Roma si sono alternati diversi attivisti che hanno ringraziato il Presidente Mattarella per aver respinto Paolo Savona come Ministro dell'Economia. Poi è stata la volta del Segretario Maurizio Martina che ha fatto il suo appello per l'unità del partito, un proposito accompagnato da un lungo applauso e da cori di approvazione: "Prepariamo, organizziamo la riscossa, costruiamo con parole chiare l'alternativa e facciamolo dentro uno sforzo popolare, non regaliamo agli altri l'idea che noi siamo nel Palazzo. Sono convinto che si possa ripartire da questa piazza, facciamolo tutti insieme e facciamolo con forza".

Martina ha poi proseguito: "Prendiamo tutti questa piazza come l'inizio di una nuova storia, l'inizio di un nuovo impegno. Per fare questo lavoro serviamo tutti e dobbiamo anche andare oltre le incomprensioni, gli errori, i litigi che hanno aiutato gli altri e non hanno aiutato noi. Costruiamo una pagina nuova, forti delle nostre radici, orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto, capaci di andare oltre i nostri limiti e forti del fatto che le culture politiche che ci hanno portato fin qui hanno fatto l'Italia. Siamo figli della Resistenza e che cosa ci insegna quella storia, se non la necessità di unirsi tra diversi".

Martina ha poi ringraziato Mattarella per il lavoro svolto durante le consultazioni, annunciando battaglia in difesa dei diritti civili: "Grazie mattarella per il rigore e la Serietà, è stato da esempio per tutti. In tanti nel nuovo governo si devono scusare con lui. Abbiamo visto piazze importanti mobilitarsi oggi, sono passi importanti che ci impegnano con una responsabilità nuova rispetto a quello che è accaduto. L'Italia ha bisogno del sostegno del campo democratico, noi dobbiamo essere popolari alternativi ai populisti. Non permetteremo passi indietro sul terreno dei diritti; non tollereremo misure discriminatorie negli asili nido, utili solo a qualcuno a fare propaganda; non tollereremo una riforma fiscale a favore solo dei più ricchi. Ecco, da qui c'è già un campo di battaglia per l'alternativa. Questo governo ha un programma pericoloso per il Paese. Perciò lavoreremo subito dall'opposizione per costruire un'alternativa forte e popolare".

Martina si idealmente rivolto a Salvini: "Dico io a Salvini: da che parte stai tra i dazi di Trump e gli operai di Terni? Esci dai tuoi tweet, esci della diretta Facebook e vieni a confrontarti. Oltre le battute in tv vediamo se sei davvero capace di difendere gli interessi di tutta la nazione". Infine si è rivolto al nuovo Governo nel suo insieme: "Buon lavoro per il lavoro che vi attende e non dimenticate le parole con le quali avete giurato".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO