Salvini: "il business dei migranti irregolari sarà meno conveniente, scafisti avvisati"

"Fare piazza pulita nei troppi luoghi pieni di clandestini e stranieri"

Matteo Salvini al Ministero dell'Interno

Il neo ministro dell'Interno Matteo Salvini subito al lavoro: in un tweet ribadisce le sue prime dichiarazioni da titolare del Viminale e cioè porre un argine al business dei "migranti clandestini". Oggi Salvini sarà in trasferta in Sicilia, a Pozzallo visiterà un centro che accoglie i migranti.

Ieri Salvini aveva annunciato la sua visite sull'isola: "Domani vado in Sicilia, è la nostra frontiera. Voglio migliorare gli accordi con i Paesi da cui arrivano migliaia di disperati per il bene nostro e loro!". E ancora: "Sulle Ong stiamo lavorando e ho le mie idee: quello che è certo è che gli Stati devono tornare a fare gli Stati e nessun vice scafista deve attraccare nei porti italiani".

Matteo Salvini subito al lavoro: "Difesa dei confini e rimpatri"

2 giugno 2018

Il nuovo ministro dell'Interno Matteo Salvini, proprio come Luigi Di Maio, si è recato subito al lavoro in questo giorno di festa, a poche ore dal giuramento che ha sancito l'avvio del governo di Giuseppe Conte.

Salvini, dopo la diretta Facebook dai Fori Imperiali di Roma, si è recato al Ministero dell'Interno per inaugurare il nuovo ufficio e iniziare a pianificare cosa farà nelle prossime settimane, rispettando ovviamente quanto scritto nel contratto di governo firmato insieme al Movimento 5 Stelle.

La priorità per Matteo Salvini è chiara e il leader della Lega non fa che ripeterlo. Lo ha ribadito al Corriere Della Sera, rammaricato per non esser riuscito a raggiungere Brescia per supportare la campagna elettorale di Paola Vilardi:

Mi riprometto di tornare presto da ministro degli Interni per fare piazza pulita nei troppi luoghi pieni di clandestini e stranieri.

E lo ha ribadito poco dopo su Facebook:

Il modo migliore di festeggiare, dopo aver restituito speranza agli italiani, sarà passare dalle parole ai fatti. Ora sono in ufficio, stasera in Veneto, a Vicenza e a Treviso, e domani in Sicilia, la nostra frontiera.
Difesa dei confini e rimpatri, riprendiamoci il nostro Paese.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO