Elezioni comunali 2018, i risultati: avanza la Lega, frenata M5S

elezioni comunali 2018 risultati

Elezioni comunali 2018: i risultati. Ieri, domenica 10 giugno, si è votato in 760 comuni e due municipi di Roma. Si è trattato della prima grande tornata dopo le elezioni politiche dello scorso 4 marzo ed ha coinvolto circa 1/6 dell’elettorato. L’affluenza p stata del 61% (poco più del 20% nei due municipi capitolini), in calo rispetto alle precedenti comunali, e i risultati definitivi giungeranno nella tarda mattinata di oggi, lunedì 11 giugno. Tra i comuni in cui si è votato ci sono stati 20 capoluoghi di provincia (Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Brindisi, Catania, Imperia, Massa, Messina, Pisa, Ragusa, Siena, Siracusa, Sondrio, Teramo, Terni, Trapani, Treviso, Vicenza e Viterbo) e i ballottaggi, laddove non è stato eletto il sindaco al primo turno, si terranno il prossimo 24 giugno.

In linea generale, si registra un’avanzata da parte della Lega di Salvini, mentre il M5S perde consensi rispetto alle politiche. Interlocutori i risultati di PD e Forza Italia, ma come spesso si dice in questi casi, trattandosi di tornate non nazionali, i dati vanno presi con le pinze. Per il Partito Democratico c’è l’importante affermazione a Brescia: Emiliano DelBono è sindaco al primo turno con il 53% contro il 38% di Paola Vilardi, candidata del centrodestra. Il centrosinistra, però, perde Catania, dopo lo spoglio è più lento, ma il candidato del centrodestra, Salvatore Pogliese è al 51,7% e a meno di clamorose sorprese vincerà al primo turno.

Ad Ancona centrosinistra avanti con Valeria Mancianelli (47%) su Stefano Tombolini (centrodestra, 28%). Francesco Ruocco della Lega dovrebbe vincere al primo turno a Vicenza (di poco sopra il 50%), dove il candidato del centrosinistra, Otello Dalla Rosa è al 45%. Situazione ben chiara anche a Treviso: il candidato del centrodestra Mario Conte è al 54,3%, contro il 38% di Giovanni Manildo del centrosinistra.

Elezioni comunali 2018 | Ballottaggi in Toscana

Ritorno di fiamma per l’ex ministro Claudio Scajola (35,33% con 37 sezioni su 44 scrutinate): il già due volte sindaco andrà al ballottaggio ad Imperia con l’altro candidato del centrodestra, Luca Lanteri (28,80%), sostenuto da Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega e Area popolare. A Terni dovrebbe essere ballottaggio tra il candidato del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca (24,82%), e quello del centrodestra Leonardo Latini (49,23%). In Toscana, si profilano ballottaggi a Massa (tra Alessandro Volpi del centrosinistra e Francesco Persiani del centrodestra), Pisa (centrodestra a guida Lega con Michele Conti candidato e centrosinistra con Andrea Serfogli) e Siena (Bruno Valentini del centrosinistra contro Luigi De Mossi del centrodestra).

Ad Imola, Carmen Cappello, sostenuta dal Pd e i suoi alleati, andrà al ballottaggio con la candidata del M5S, Manuela Sangiorgi, 29,2%. Movimento 5 Stelle fuori da entrambe le contese dei due municipi romani: nell'VIII municipio, della Garbatella, il candidato del centrosinistra Amedeo Ciaccheri, dovrebbe vincere già al primo turno con circa il 54% contro il 25% di Simone Foglio del centrodestra. Nel III municipio, del Nomentano, sarà invece ballottaggio tra Giovanni Caudo del centrosinistra e Francesco Maria Bova del centrodestra.

Elezioni Comunali 2018 | Sgarbi di nuovo sindaco

Dopo essere stato primo cittadino di Salemi, in Sicilia, il parlamentare Vittorio Sgarbi diventa sindaco di Sutri, in provincia di Viterbo: l'esponente di Forza Italia vince con il 58,79% delle preferenze, pari a 2.207 voti. Alle sue spalle il candidato della Lista Civica Sutri, Luigi Di Mauro, che si è fermato al 41,20% (1.547 voti).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO