Genova, ragazzo ucciso dalla polizia. Salvini visita l'agente ferito: “sto con la divisa”

salvini governo

Matteo Salvini ha visitato oggi l’agente di polizia ferito a Genova da un giovane di 20 anni durante un trattamento sanitario obbligatorio (tso), il ragazzo è stato poi ucciso da un altro poliziotto. "Capisco il dolore della mamma ma sono al fianco di chi porta la divisa" ha detto il ministro dell’Interno.

Secondo Salvini l’agente che ha sparato al ragazzo ha fatto "solo e soltanto il suo dovere". Il ministro ricostruisce così la tragica vicenda:

"Non mi permetto di commentare una mamma che ha perso il figlio. Se il figlio non avesse accoltellato una due tre quattro cinque sei volte una persona che stava facendo il suo lavoro, oggi sarebbe vivo e vegeto su questa terra. Capisco il dolore della mamma però sono al fianco degli indossa una divisa in questo caso ha fatto solo e soltanto il suo dovere".

Salvini ha proseguito dicendo di aver portato all’agente ferito:

"l'affetto di 60 milioni di italiani. A lui, alla moglie e alla figlia... 5 coltellate di cui due a pochi centimetri dal cuore, per cui è vivo grazie al buon Dio e grazie al collega che ha fatto l'unica cosa che poteva fare, difenderlo dall'assalto di quel ragazzo. È chiaro che quando c'è una morte non è mai una buona notizia, però spero che torni presto con la sua famiglia".

Secondo la madre di Jefferson, questo il nome del ragazzo ucciso domenica scorsa: "l’agente che ha sparato è indegno della divisa". Per gli avvocati della donna Andrea e Maurizio Tonnarelli:

"ci sono dati oggettivi che ci fanno porre delle domande: era necessario tutto questo, sparare a un ragazzo di 20 anni armato solo di un coltellino da cucina? Il giovane non era un delinquente, gli agenti in casa erano almeno otto e lui è stato colpito ad altezza uomo, non alle parti basse o alle braccia per disarmarlo".

L’agente in questione è indagato per omicidio colposo, in relazione al reato di eccesso colposo di legittima difesa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO