MoVimento 5 Stelle: pubblicato il bilancio dell'Associazione Rousseau

357.000 euro di ricavi e 493.000 euro di costi.

nuovo-logo-movimento-5-stelle-2016

Bilancio Associazione Rousseau Movimento 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle ha pubblicato oggi sul suo Blog delle Stelle i link per scaricare il bilancio 2017 dell'Associazione Rousseau che si occupa della piattaforma attraverso cui i sostenitori pentastellati possono dare il contributo ed è anche quella attraverso cui possono votare quando vengono chiamati in causa, come è stato per esempio di recente con il contratto di governo condiviso con la Lega.

Il bilancio 2017 vede costi superiori ai ricavi, infatti a fronte di 357mila ricavi, che provengono principalmente dalle donazioni, ci sono stati 493mila euro di costi. Nel post viene spiegato che le donazioni sono state in media di 29 euro, mentre sui costi hanno influito le spese di sicurezza, per tutelare gli iscritti alla piattaforma, e gli accantonamenti precauzionali per le spese legati relative a cause in corso, che ammontano a 89mila euro.

L'elenco dei donatori pubblicato su internet, ovviamente, non riporta nomi e cognomi interi, perché per una questione di privacy non è possibile renderli noti, ma solo le iniziali e l'importo donato, mentre in Parlamento la lista depositata è completa, anche se, come viene spiegato, non ci sono leggi che impongano all'Associazione Rousseau di rendere pubblico il proprio bilancio, anche perché stiamo parlando di un'associazione privata, che non ha nulla a che fare con lo Stato, tuttavia i penastellati scrivono (lanciando qualche frecciatina al PD):

"Noi lo facciamo perché non abbiamo nulla da nascondere e perché la trasparenza per noi viene prima di tutto. Pretendiamo identica trasparenza da parte di tutte le fondazioni e associazioni che sono legate ai partiti. Luigi Di Maio ha annunciato che il governo del cambiamento farà una norma in tal senso. Noi chiediamo che fin da subito queste fondazioni e associazioni, oggi dei buchi neri, presentino il loro bilancio alla Camera a partire per esempio dalla fondazione Eyu del tesoriere del Pd Bonifazi che ha ricevuto danaro da Parnasi. Così finalmente scopriremo chi finanzia davvero i partiti e chi decide le leggi da far approvare in Parlamento"

Il 2017 è stato un anno importante per la piattaforma Rousseau, perché ha subìto un restyling, si è arricchita di nuove applicazioni ed è valsa ai suoi creatori inviti in prestigiose università. Ma soprattutto, quello che il M5S ha tenuto a precisare, è che si è rivelata un ottimo strumento per esercitare la democrazia diretta:

"Rousseau ha avuto un ruolo fondamentale anche nell’esercizio della democrazia diretta e della partecipazione alla vita politica. In vista delle elezioni politiche 2018, attraverso una votazione sulla piattaforma Rousseau, è stato definito, infatti, il capo politico e candidato premier del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio. Sempre attraverso la piattaforma, è stato portato avanti, insieme ai parlamentari uscenti ed esperti e grazie a oltre un milione di voti espressi dagli iscritti, un processo di partecipazione attraverso cui sono state individuate le priorità inserite nel programma di Governo che il Movimento 5 Stelle ha portato alle elezioni di marzo 2018"

Ricordiamo che il Presidente e tesoriere dell'Associazione Rousseau è Davide Casaleggio, figlio di Gianroberto Casaleggio, fondatore con Beppe Grillo del MoVimento 5 Stelle.

Da questo link si può consultare il bilancio dell'Associazione Rousseau, da questo l'elenco delle donazioni ricevute l'anno scorso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO