Di Maio: "Nessuna richiesta di dimissioni a Virginia Raggi"

di maio raggi stadio roma

Luigi Di Maio, ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico nonché leader del Movimento 5 Stelle, ribadisce la sua totale fiducia nell’operato di Virginia Raggi. Nonostante la sindaca della capitale sia nel mirino dei media per il nuovo stadio della Roma, il movimento politico fondato da Grillo e Casaleggio continua a darle tutto il proprio supporto.

"Non ho notizie di crisi di maggioranza - dice il vicepremier Di Maio ospite di 'Coffee Break' su La7 - né tantomeno il Movimento chiederà alla sindaca di farsi da parte".

Nella vicenda relativa al progetto dello stadio del club giallorosso, la Raggi continua a definirsi parte lesa ed è in sostanza la stessa posizione di tutto il M5S. Inoltre, Di Maio pur ammettendo di essersi fidati probabilmente della persona sbagliata, ci tiene a sottolineare che mentre esponenti di altri partiti avrebbero ottenuto regalie in denaro, non ci sia al momento la prova che alcuni dei pentastellati abbia intascato un euro.

"Se sul caso Roma - ammette il ministro - abbiamo una colpa è di esserci fidati dell'avvocato sbagliato, quanti italiani siano in compagnia nostra non lo so. Però una cosa c'è da dire sul caso Roma: noi siamo stati gli unici a non prendere un euro, tutte le altre forze politiche hanno preso soldi da Parnasi e noi veniamo trattati come criminali e gli altri sono quelli che ci accusano?".

Quanto sta accadendo a Roma, almeno a livello mediatico, potrebbe avere ripercussioni anche sull’attività di governo, ma al momento la Lega non entra nella vicenda e il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è impegnato in tutt’altre “battaglie”.

"Credo si giochi molto sul cercare di dividerci - insiste Di Maio a La7 - , ma se restiamo nell'argine del contratto di governo, e lì c'è tanto da fare su immigrazione e sicurezza, andiamo avanti alla grande. Sono d'accordissimo col ministro dell'Interno se si vuole garantire sicurezza ai cittadini e mettere in sicurezza alcuni campi rom che in Italia sono completamente fuori controllo poi i censimenti su base razziale non lo dice Di Maio, ma lo dice la Costituzione che non si possono fare".

Intanto, come mostrato tramite una diretta video su Facebook, il vicepremier Di Maio stamane ha incontrato davanti al proprio ministero un gruppo di lavoratori in difficoltà.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO