Toninelli: "Sequestreremo la nave Ong Lifeline, opera fuori dalle regole"

soccorso dei migranti nave Lifeline

18.07 - Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha annunciato che dalle verifiche eseguite risulta che la nave Ong Lifeline opera al di fuori delle regole e che quindi sarà sequestrata. "Salveremo le vite umane che sono sulla Lifeline poi sequestreremo la nave. Abbiamo chiesto al governo olandese di fare una verifica e ci hanno detto che Lifeline batte illegalmente la loro bandiera".

La Lifeline "ha imbarcato oltre 200 naufraghi senza avere i mezzi tecnici per poter garantire l'incolumità degli stessi naufraghi e dell'equipaggio. Non sta collaborando con la guardia costiera Libica che, dalle prime informazioni acquisite, stava intervenendo per salvare i migranti e riportarli su suolo libico. Operazione di sua stretta competenza, trattandosi di eventi accaduti in mare libico. Non abbiamo nulla contro le Ong ma siamo e continuiamo ad essere per il rispetto della legalità. Soprattutto quando si parla di vite umane" ha aggiunto il ministro.

Ma la Lifeline respinge le accuse e sollecita "un porto sicuro per le 224 persone salvate in acque internazionali, in linea con il diritto internazionale". La nave era "il mezzo più attrezzato sulla scena, a causa di una situazione che necessitava di una risposta immediata, la gente era stata presa a bordo".

Intanto la rappresentanza dei Paesi Bassi presso l'Ue ha fatto sapere che "Seefuchs e Lifeline non viaggiano con bandiera olandese, secondo la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare. Queste navi appartengono a Ong tedesche e non sono registrate in Olanda. Pertanto l'Olanda non può dare istruzioni a queste imbarcazioni. L'Italia è a conoscenza della posizione olandese".

Nave Lifeline soccorre 300 migranti. Salvini: "Se ne vada in Olanda"

Archiviato il caso della nave Aquarius, un'altra nave di una Ong olandese ha soccorso in queste ore qualche centinaio di migranti al largo della Libia - dalle 300 alle 400 persone, le operazioni sono ancora in corso e il bilancio è provvisorio - ed ha chiesto l'intervento della Guardia Costiera italiana.

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini è corso a commentare su Facebook l'accaduto con una diretta che conferma un altro braccio di ferro con l'Europa:

Ennesima gravissima violazione da parte di una nave Ong in acque libiche. Basta! Avete fatto un atto di forza non ascoltando la Guardia costiera italiana e libica? Bene, questo carico di esseri umani ve lo portate in Olanda, fate il giro un po' largo.

Scafisti e loro complici, l’Italia dice STOP.
Ridurre partenze e morti, difendere i confini italiani.
Io vado avanti!

Posted by Matteo Salvini on Thursday, June 21, 2018

Salvini ha approfittato dell'occasione per attaccare più in generale le Ong che operano nel Mar Mediterraneo e ha confermato che nessuna di loro toccherà più il suolo italiano:

Le navi di queste pseudo-ong non toccheranno più il suolo italiano.

Anche il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha preso una dura posizione, annunciando su Facebook di essere in linea con Matteo Salvini:

È notizia di queste ore che la nave Ong Lifeline sta agendo in acque libiche fuori da ogni regola, fuori dal diritto internazionale. Hanno imbarcato circa 250 naufraghi senza avere i mezzi tecnici per poter garantire l'incolumità degli stessi naufraghi e dell'equipaggio. Non stanno collaborando con la guardia costiera Libica che, dalle prime informazioni acquisite, stava intervenendo per salvare i migranti e riportarli su suolo libico. Operazione di sua stretta competenza, trattandosi di eventi accaduti in mare libico. Non abbiamo nulla contro le ONG ma siamo e continuiamo ad essere per il rispetto della legalità. Soprattutto quando si parla di vite umane.
A ciò va aggiunto che ad oggi non abbiamo ancora riscontri sull'effettiva appartenenza all'Olanda della nave ONG Lifeline, come anche della Seefuchs, che pure batte bandiera dei Paesi Bassi. Per questi motivi sono costretto a chiedere alla Guardia Costiera italiana di avviare un'indagine di bandiera per verificare l'effettiva corrispondenza tra il vessillo battuto dalla nave e l'appartenenza a quella stessa nazionalità. Vi terrò aggiornati sugli sviluppi, ma di certo vi anticipo che il diritto del mare non permette la navigazione a navi non regolari.

È notizia di queste ore che la nave Ong Lifeline sta agendo in acque libiche fuori da ogni regola, fuori dal diritto...

Posted by Danilo Toninelli on Thursday, June 21, 2018

+++ NEWS +++

Wir sind derzeit bei der Rettung von 300-400 Personen. Verstärkung durch Italienische Küstenwache oder Handelsschiffe ist angefordert. Weitere Informationen folgen!

Posted by LIFELINE on Wednesday, June 20, 2018

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO