Ballottaggi comunali: boom di Lega e Centrodestra, debacle Pd nelle regioni rosse. Salvini: "risultati storici"

Le reazioni politiche ai risultati dei ballottaggi del 24 giugno.

Matteo Salvini

I risultati dei ballottaggi delle elezioni comunali di ieri 24 giugno - 75 comuni al voto di cui 14 capoluogo - fanno gridare al successo Lega e Centrodestra e certificano la crisi del Pd. Il M5s può festeggiare la vittorie di Imola e Avellino.


I democrat prendono un’altra batosta dopo quella delle politiche del 4 marzo scorso perdendo molte roccaforti (ex) rosse come Siena, Pisa, Imola e Massa, per quella che risulta essere una vera debacle in Toscana ed Emilia Romagna. A Pisa la Lega di Salvini è il partito più votato mentre non sorprende il generale boom del Carroccio in tutto il nordest.

Uniche consolazioni di rilievo per il Pd sono le vittorie di Ancona, Brindisi e Teramo. Il centrosinistra vince anche nel III municipio di Roma Capitale. Il segretario dem Maurizio Martina su Twitter ammette:

Imola passa al M5s che conquista anche Avellino ma perde a Ragusa, contro il candidato di Fratelli d’Italia. Tra i 14 comuni capoluogo al voto al centrodestra vanno anche Viterbo, Sondrio (strappata al centrosinistra dopo decenni) e Terni (altro ex feudo rosso).

Di "Storiche vittorie della Lega in Comuni amministrati dalla sinistra da decenni" parla il ministro dell’Interno Matteo Salvini secondo cui: Più la sinistra insulta, più i cittadini ci premiano. Prima gli italiani, io non mi fermo".

Gli fa eco tutto il centrodestra con il presidente della Liguria Giovanni Toti che osserva: "i risultati siano di ispirazione per il centrodestra a livello nazionale e per quel che mi riguarda per la parte dei moderati che ha bisogno di un serio rilancio".

"Le roccaforti rosse non esistono più" spiega Giorgia Meloni. "Il centrodestra conquista Pisa, Massa, Siena e Terni. Dove FdI è il secondo partito del centrodestra si vince ovunque. A Ragusa il candidato di FdI sconfigge il M5S. L'alternativa a Renzi e Grillo c'è e si chiama Fratelli d'Italia" aggiunge la leader.

Il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro Luigi Di Maio definisce i risultati dei ballottaggi delle comunali del 24 giugno "straordinari" parlando dei successi di Imola e Avellino, "due città dove da 70 anni dominavano i partiti e gli uomini della Prima Repubblica: a Imola il PCI e poi i partiti del centrosinistra, ad Avellino la Dc. I nostri candidati con una sola lista hanno battuto delle accozzaglie di decine di liste composte da quelle persone che hanno sempre fatto il bello e il cattivo tempo in queste città".

In realtà i risultati dei ballottaggi delle comunali di ieri sembrano confermare il trend degli ultimi sondaggi sull’avanzata inarrestabile della Lega a scapito dell’alleato di governo M5s che sembra soffrire sempre più del protagonismo del Ministro dell’Interno Matteo Salvini percepito probabilmente come la vera guida dell’esecutivo Conte.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO