Berlusconi dopo le amministrative: "Ha vinto il centro-destra plurale"

Berlusconi lancia un messaggio a Salvini: "Nessuna forza politica nel centrodestra è autosufficiente"

ROME, ITALY - NOVEMBER 27:  Former Italian Prime Minister Silvio Berlusconi gestures as he attends a rally outside his house, Palazzo Grazioli, on November 27, 2013 in Rome, Italy. The Italian Senate has today voted to expel former Prime Minister Silvio Berlsuconi from parliament after his recent conviction over tax fraud. (Photo by Giorgio Cosulich/Getty Images)

Questa mattina ha esultato Matteo Salvini, ma adesso è arrivato anche il commento di Silvio Berlusconi, alleato ovunque nelle elezioni amministrative della Lega. Il Presidente di Forza Italia è partito dall'analisi del voto: "Il risultato delle elezioni amministrative, sia al primo turno che al ballottaggio di ieri, che chiude una lunga stagione elettorale cominciata il 4 marzo, conferma il successo del centro-destra già emerso nelle altre consultazioni del 2018"

Poi, però, Berlusconi ha lanciato un messaggio al suo alleato e leader della coalizione di centro-destra: "Quello che vince è un centro-destra plurale, nel quale nessuna forza politica è autosufficiente: ad un buon risultato della Lega si accompagna infatti un'ancora più forte affermazione di liste e candidati civici, senza un chiaro riferimento di partito, espressione piuttosto di quella società civile che fatica a riconoscersi nell'offerta politica tradizionale".

Infine Berlusconi ha anche analizzato il momento del PD, sottolineando le vittorie nelle 'roccaforti rosse': "La crisi del Pd che si manifesta anche al livello degli enti locali, tradizionalmente più favorevoli alla sinistra. La caduta di città simbolo come quelle della Toscana ingigantisce il fenomeno, che comunque si riscontra, anche se in misura meno clamorosa in tutto il territorio nazionale, anche nei centri minori". Il Movimento 5 Stelle, invece, "rimane marginale nel governo locale, non riesce in nessun modo a riprodurre il successo delle elezioni politiche, successo che si conferma frutto di un voto di reazione e di protesta emotiva e non di un’adesione consolidata e motivata".

Il risultato di Forza Italia "unito a quello del fortissimo astensionismo, conferma la necessità di un rinnovamento e di un'apertura delle forze politiche nazionali, a cominciare dalla nostra, che devono saper accogliere queste ed altre energie nuove e coinvolgerle in un progetto politico complessivo, espressione di quell'altra Italia che oggi non partecipa alla vita pubblica, ma che rappresenta il cuore pulsante del Paese, nel lavoro, nell'impresa, nelle professioni, nelle università, fra i più giovani. Registro con soddisfazione l'aumento del numero dei sindaci azzurri nei comuni superiori ai 15 mila abitanti: si tratta di una risorsa importante per rilanciare la nostra presenza sul territorio. Naturalmente dovremo compiere nei prossimi giorni un'analisi precisa dei risultati regione per regione, per intervenire laddove i risultati non sono stati all'altezza delle attese".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO