Abolizione dei vitalizi, domani il primo passo. Di Maio: "L'era dei privilegi è finita"

"lo Stato che in passato ha tolto ai cittadini per dare privilegi, oggi toglie i privilegi per dare ai cittadini e questo aiuta molto di più di tante norme impositive".

di maio decreto dignità governo conte

Tra i progetti che il Movimento 5 Stelle sta portando avanti da tempo c'è l'abolizione dei vitalizi, inserita anche nel contratto di governo firmato a maggio da Lega e M5S. Al testo sta lavorando da tempo il Presidente della Camera Roberto Fico e domattina la delibera sarà ufficialmente presentata.

Lo ha annunciato oggi lo stesso Fico, che ha convocato l'ufficio di Presidenza di Montecitorio per le 8.30 di domani, mercoledì 26 giugno. Il testo sarà presentato a tutti gli effetti e oggi anche il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, intervenuto insieme a Matteo Salvini all'assemblea di Confartigianato, ha brevemente affrontato la questione, ribadendo anche l'intenzione di intervenire sulle pensioni d'oro:

La Camera è pronta ad abolire i vitalizi per gli ex parlamentari e io a fare una legge sulle pensioni d'oro. Diranno che sono pochi soldi: io non credo siano pochi soldi ma diciamo che lo Stato che in passato ha tolto ai cittadini per dare privilegi, oggi toglie i privilegi per dare ai cittadini e questo aiuta molto di più di tante norme impositive.

Poco dopo, via Twitter, Di Maio ha ribadito il concetto, lanciando anche l'hashtag #togliamoiprivilegi:

Domani finalmente iniziamo a togliere un privilegio insopportabile: il vitalizio degli ex parlamentari. Lo abbiamo detto e lo stiamo facendo. I prossimi saranno i pensionati d'oro. L'era dei privilegi è finita #togliamoiprivilegi

Il mio intervento in diretta dall’Assemblea nazionale di Confartigianato

Posted by Luigi Di Maio on Tuesday, June 26, 2018

Cosa dice il contratto di governo Lega-M5S sul taglio dei vitalizi?

Al punto 26, quello relativo ai tagli dei costi della politica, dei costi delle istituzioni e delle pensioni d'oro, si legge:

Riteniamo doveroso intervenire nelle sedi di competenza per tagliare i costi della politica e delle istituzioni, eliminando gli eccessi e i privilegi. Occorre ricondurre il sistema previdenziale (dei vitalizi o pensionistico) dei parlamentari, dei consiglieri regionali e di tutti i componenti e i dipendenti degli organi costituzionali al sistema previdenziale vigente per tutti i cittadini, anche per il passato.
Occorre razionalizzare l’utilizzo delle auto blu e degli aerei di Stato, ol- tre che l’utilizzo dei servizi di scorta personale. Per una maggiore equità sociale riteniamo altresì necessario un inter- vento finalizzato al taglio delle cd. pensioni d’oro (superiori ai 5.000,00 euro netti mensili) non giustificate dai contributi versati.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO