USA, la Corte Suprema conferma il ban anti-migranti di Donald Trump

Donald Trump

La sentenza definitiva è arrivata. Oggi la Corte Suprema degli Stati Uniti d'America si è espressa a favore del cosiddetto "Muslim Ban" di Donald Trump, il divieto d’accesso agli USA per cittadini di cinque stati a maggioranza musulmana firmato dal Presidente USA lo scorso anno.

Diversi tribunali nel corso degli ultimi mesi si erano espressi contro il divieto imposto da Donald Trump, giudicandolo in più occasioni incostituzionale. Oggi, però, quelle sentenze sono state ribaltate e la Corte Suprema con 5 voti a favore e 4 contrari - che proprio sotto l'amministrazione di Trump è tornata a maggioranza repubblicana dopo la nomina del giudice Neil Gorsuch al posto di Antonin Scalia, deceduto il 13 febbraio 2016 - ha di fatto dato ragione a Trump, che è subito corso a festeggiare su Twitter:

L'ordine esecutivo firmato da Donald Trump lo scorso anno impediva di fatto l'accesso agli USA a quasi tutti i cittadini in arrivo da Iran, Libia, Somalia, Siria e Yemen - immigrati, rifugiati e persino chi è già in possesso di un visto approvato in precedenza - così come impedisce l'ingresso negli Stati Uniti dei cittadini della Corea Del Nord e del Venezuela.

Chi risiede ufficialmente negli Stati Uniti, indipendentemente dalla nazionalità, non avrà alcuna conseguenza, così come le persone con una doppia cittadinanza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO