Salvini: "Doneremo alla Libia 12 motovedette. Macron? Fa il matto"

Matteo Salvini durante il question time nell'Aula di Montecitorio

Matteo Salvini oggi pomeriggio è intervenuto alla Camera dei Deputati, nel corso del Question Time. Il Ministro dell'Interno ha risposto ad un'interrogazione di Riccardo Magi, deputato di +Europa, che gli chiedeva conto delle violazioni dei diritti umani che avvengono in Libia. Salvini, di rientro dal suo viaggio a Tripoli, aveva definito "menzogne" le notizie riguardanti le torture e le violazioni dei diritti umani ai danni dei migranti. Magi ha chiesto quali e quanti centri avesse visitato Salvini nel corso della sua missione per essersi riuscito a formare questa opinione così netta.

Salvini ha risposto di aver visitato a Tripoli "un centro" la cui costruzione "è stata possibile grazie alla decisiva attività svolta dal Governo italiano, destinato ad ospitare entro luglio 160 persone per arrivare entro fine anno a 1.000. La struttura è dotata di cliniche, centri sportivi e assistenza psicologica".

Il Ministro ha fornito un quadro della situazione: "Secondo dati dell'Oim in LIbia sono presenti 662mila migranti, il 10% minori, provenienti da 40 Paesi, prevalentemente africani. I richiedenti asilo registrati dall'Unhcr sono 152mila. Sono 19 i centri ufficiali per migranti gestiti dal Dipartimento per il controllo dell'immigrazione illegale, mentre non è noto il numero dei centri non ufficiali gestiti spesso dagli stessi trafficanti. Secondo l'Unhcr che ha accesso a tutti i centri ufficiali, nel 2018 sono state condotte più di 660 visite di monitoraggio".

Salvini ha poi annunciato un provvedimento: "Oggi in Consiglio dei ministri, se il tempo lo consentirà, doneremo altre 12 motovedette alla Libia con conseguente formazione degli equipaggi per continuare a proteggere vite nel Mediterraneo". Tale iniziativa non è stata poi predisposta dal Cdm, che evidentemente non ha avuto il tempo per affrontare la questione.

All'inizio del suo intervento Salvini ha sottolineato l'assenza dei rappresentanti dell'opposizione: "Ringrazio l'onorevole Magi perché è uno dei pochi parlamentari dell'opposizione presenti in aula, in un curioso question time dove in aula c'è più maggioranza che opposizione, penso soprattutto ai banchi del Partito Democratico. Ma saremo più fortunati più avanti".

Successivamente, lasciando Montecitorio, Salvini ha risposto così a quanti gli chiedevano di commentare l'incontro di lunedì sera tra il Premier Conte e il Presidente Macron: "Ognuno va a cena con chi ritiene, ha fatto bene. I risultati? Sono buoni, non certo per merito di Macron, nonostante Macron. Macron fa il matto perché è al minimo della sua popolarità nel suo Paese. Siamo di fronte a uno che accarezza il Papa, è la prima volta che vedo qualcuno che accarezza il Papa".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO