Vitalizi, M5S contro Casellati. Fico: "Andiamo avanti alla Camera"

Roberto Fico col in nero

Il Movimento 5 Stelle continua a lavorare su un suo cavallo di battaglia: il taglio dei vitalizi agli ex parlamentari. Ieri Roberto Fico ha illustrato il testo alla Camera dei Deputati, che dovrebbe portare ad un risparmio di 40 milioni di euro per le casse dello Stato. Casellati dopo l'elezione si era impegnata a collaborare con il Presidente della Camera, allo scopo di provvedere anche per i vitalizi degli ex Senatori. Ieri da Washington, dove si trova in missione, l'esponente di FI ha invece sostenuto di avere "qualche perplessità sul fatto di poter incidere sui diritti acquisiti". In ogni caso, la Casellati ha tenuto a precisare di sentire il dovere di affrontare il tema al Senato "perché sarebbe stravagante che la Camera operasse in un modo e che la stessa situazione non si verificasse nell'altro ramo del Parlamento", auspicando poi "soluzioni condivise".

Il tema è scottante perché, secondo il punto di vista degli esponenti dei 5 Stelle, questi non sono "diritti acquisiti" bensì "privilegi da eliminare". L'associazione degli ex parlamentari ha già annunciato l'intenzione di presentare ricorso, valutando anche un'azione nei confronti dei membri dell'Ufficio di Presidenza.

L'ostruzionismo (o il presunto tale) della Casellati ha irritato i 5 Stelle. Nicola Morra, senatore pentastellato, è andato all'attacco: "Quando il presidente della Camera comunicò che avrebbe agito con celerità per mettere un freno a questo odioso privilegio, la presidenza del Senato fece sapere in tempi fulminei che anche Palazzo Madama avrebbe fatto la sua parte. Ma proprio quando dagli annunci si è passati ai fatti, da Casellati si sono levati appelli alla prudenza e si è invocato addirittura il principio della condivisione. Ma di che cosa stiamo parlando?".

Il capogruppo M5s a Palazzo Madama, Stefano Patuanelli, ha lanciato un avvertimento: "I cittadini italiani stanno guardando al Senato per capire se veramente la casta avrà la faccia tosta di opporsi al cambiamento impedendo l'abolizione dell'odioso privilegio dei vitalizi che consentirebbe di recuperare 60 milioni di euro l'anno tra Camera e Senato".

Dello stesso avviso la senatrice Laura Bottici, questore a Palazzo Madama: "Le dichiarazioni di Casellati ci sorprendono ma non ci stupiscono, perché figlie di una politica che guarda al passato e non al futuro. In un Paese che fa segnare il record di poveri c'è ancora chi parla di diritti acquisiti dei politici. Basta perdere tempo: dopo la Camera adesso tocca al Senato fare la sua parte".

Roberto Fico, intercettato dai cronisti questa mattina, ha confermato che andrà avanti per la sua strada: "non c’è nessuna polemica, sa che avremmo proceduto con la delibera. Io faccio quello che avevo promesso, proseguo su questa strada senza alcun problema e alcuna paura, discutendo nell’ufficio di presidenza della Camera".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO