La gaffe di Giorgia Meloni: "Juncker ubriacone". Ma lui soffre di sciatica

"Sorretto per evitare che stramazzi al suolo"...

Gaffe di Giorgia Meloni su Juncker

La presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha pubblicato un video in cui si vede il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker sorretto da due persone, nello specifico il Premier olandese Mark Rutte e quello portoghese Antonio Costa, a causa di problemi di deambulazione. Meloni ha tratto le sue conclusioni:

"L’ubriacone sorretto da due persone per evitare che stramazzi al suolo, è il presidente della Commissione europea Juncker, dal quale dipendono le sorti delle nostre aziende, di milioni di lavoratori italiani e il futuro della nostra Nazione. Vi sentite tranquilli?"

In realtà in questi giorni Jean-Claude Juncker, che ha parlato lucidamente con i capi di governo e dunque non ha dato segni di ubriachezza, è stato colto da un attacco di sciatalgia. Il portavoce capo della Commissione Margaritis Schinas, durante il briefing con la stampa a Bruxelles, ha spiegato che il Presidente della Commissione UE è alle prese con un "attacco di sciatica particolarmente doloroso, accompagnato da crampi, che comprometteva la sua capacità di camminare" e ha aggiunto:

"Il presidente vuole ringraziare pubblicamente Mark Rutte e Antonio Costa per averlo assistito in questo momento doloroso. Sta prendendo delle medicine e si sente meglio. Ha avuto un'agenda molto intensa sia la mattina che nel pomeriggio. Continuerà a lavorare duramente, come ha fatto dall'inizio della sua carriera pubblica"

Poi il portavoce Schinas ha aggiunto:

"Non auguro a nessuno di soffrire un dolore del genere. Ho avuto il privilegio di essere al suo fianco in momenti come questo. Penso che abbia preso farmaci standard per casi come questo. È più che di cattivo gusto che una certa stampa tenti di fare dei titoli insultanti sfruttando la sofferenza di Juncker. Non credo che sia elegante, né che sia corretto"

I giornalisti hanno incalzato Schinas chiedendo quali medicinali Juncker abbia preso, visto che alcuni antidolorifici hanno gli stessi effetti degli alcolici, ma il portavoce ha spiegato che dopo quell'acuto crampo mercoledì sera ha partecipato regolamente alla cena e poi il dolore è scomparso e il giorno dopo è stato al Summit Nato e ha preso parte a tre bilaterali con capi di Stato e di governo. Ora è atteso a Pechino e Tokyo e svolgerà il suo programma come previsto, non potrà guardare neanche la finale dei Mondiali perché sarà in Oriente.

Schinas ha inoltre detto che non è previsto che sia accompagnato da un medico nel suo viaggio verso Cina e Giappone e che, per quanto ne sappia, non ha mischiato alcol e antidolorifici, ma è alle prese con dolori che vanno e vengono.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO