Di Maio chiede le dimissioni dell'assenteista Andrea Mura (M5S)

"Le sue considerazioni, spero false, unite al livello di assenza, dovrebbero indurre il parlamentare M5S Andrea Mura a dimettersi"

Andrea Mura M5S

24 luglio 2018 - Ieri il deputato assenteista del Movimento 5 Stelle, Andrea Mura, si era giustificando dicendo che quelli di M5S sapevano di come si sarebbe comportato una volta eletto e che in qualche modo aveva il benestare del Movimento. Le cose, a quanto pare, non stavano proprio così o comunque c'è stato un radicale cambio di posizione dopo che è esplosa la polemica.

Oggi, infatti, il leader di M5S Luigi Di Maio ne ha chiesto le dimissioni senza mezzi termini:

Le sue considerazioni, spero false, unite al livello di assenza, dovrebbero indurre il parlamentare M5S Andrea Mura a dimettersi. Doveva già essersi dimesso perché quelle dichiarazioni non solo sono inaccettabili, ma dobbiamo considerare che i parlamentari, incluso io, sono dei privilegiati e fanno un lavoro da privilegiati con uno stipendio da privilegiati e quindi sono i primi che devono stare chiusi dentro alla Camera e al Senato a lavorare sulle leggi e sui provvedimenti per migliorare la qualità della vita degli italiani.

E se Di Maio ne ha chiesto le dimissioni, Alessandro Di Battista è voluto intervenire sulla vicenda per chiedere a Mura di restituire i soldi presi fino a questo momento:

Ho apprezzato la presa di posizione del Movimento sul suo parlamentare assenteista che sostiene si possa fare politica in barca. Ci andasse pure in barca, senza essere parlamentare e restituendo gli stipendi che si è preso fino ad oggi senza aver lavorato adeguatamente.

Ad oggi le dimissioni non sono ancora arrivate.

Andrea Mura (M5S) e il 96% delle assenze in Aula: "Io faccio politica in barca"

Andrea Mura M5S

23 luglio 2018 - Andrea Mura è un velista italiano che ha alle spalle importanti traguardi - nel 2011 e nel 2014 è stato eletto Velista dell'Anno, ma è anche un parlamentare del Movimento 5 Stelle riuscito a collezionare di fatto un numero impressionante di assenze, circa il 96% secondo quanto denunciato nei giorni scorsi dall'ex Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, deputato di Forza Italia in questa legislazione.

Su 220 votazioni elettroniche effettuate a Montecitorio, Mura sarebbe stato presente soltanto 8 volte - lo riferiscono i dati di OpenParlamento - che confermano una presenza alla Camera del 3,64%. L'accusa lanciata da Cappellacci era molto chiara: "Su 220 votazioni ti sei presentato in aula solo 8 volte. Eppure non mi sembra che tu abbia rinunciato all’indennità da parlamentare di 20mila euro al mese".

Oggi il diretto interessato ha replicato attraverso le pagine de La Nuova Sardegna, sottolineando come lui avesse detto fin dal principio di non voler essere un politico tradizionale:

L’attività politica non si svolge solo in Parlamento. Io l’ho detto fin dall’inizio, anche in campagna elettorale, che il mio ruolo, più che quello di parlamentare, sarebbe stato quello di testimonial a difesa degli oceani.

Mura si definisce il deputato del Movimento 5 Stelle più conosciuto al Mondo e ha precisato di andare alla Camera una volta alla settimana per la Commissione Trasporti, anche se il prossimo novembre sarà impegnato in una lunga regata in solitaria che lo porterà dalla Francia ai Caraibi. Anche in quel caso, lo sostiene lo stesso Mura, farà politica:

Userò la mia imbarcazione davanti a due milioni e mezzo di spettatori e a 90 milioni di telecamere per trasmettere un messaggio fondamentale: salvate gli oceani dalle microplastiche. Per la prima volta uno sportivo ancora in attività sarà testimonial della Camera dei deputati su un tema che interessa tutti.

Il velista ha spiegato che il Movimento 5 Stelle aveva ben chiaro quale sarebbe stato il suo ruolo una volta eletto e lo avrebbe appoggiato in questa sua battaglia per la difesa degli oceani.

D’altronde, con la maggioranza schiacciante che i Cinque Stelle hanno alla Camera, che io sia presente o meno non fa alcuna differenza.

E lo stipendio da deputato? Ancora non è chiaro come verrà utilizzato: "È probabile che quei soldi finiscano nel fondo microcredito istituito dal M5S. Ci sto pensando".

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO