Pietro Grasso: «Io non salgo e non scendo. Mi sposto»

Pietro Grasso Pd

28 dicembre 2012 – Pietro Grasso (che tutti, incluso il sottopancia di RaiNews, continuano a chiamar "Piero"), conferma la sua candidatura per il Partito Democratico nel corso di una conferenza stampa con Pier Luigi Bersani.

Grasso ha annunciato di aver rassegnato le dimissioni dall'incarico di Procuratore Nazionale Antimafia e ha detto che avrebbe preferito poter fare la conferenza stampa a dimissioni già accolte.

Bersani "festeggia" la partecipazione alle elezioni politiche 2013 di Grasso, spiegando che, dal suo punto punto di vista, l'ormai ex procuratore sarà protagonista di una «riscossa civica».

Dal canto suo, Grasso dice, scimmiottando i linguaggi di questi ultimi giorni e del passato (la discesa in campo e la salita in politica):

«Io non salgo e non scendo. Mi sposto, dopo aver fatto il magistrato per 43 anni. Perché penso che le idee camminare sulle spalle di tutti. E possono cambiare il Paese. Qui ho trovato una casa».

A chi critica la decisione di Grasso, lui risponde di aver fatto una scelta definitiva. Di non aver alcuna intenzione di ritornare alla magistratura. Di non essere candidato in una porzione di territorio su cui ha eventualmente esercitato il proprio incarico precedente (che era nazionale, ovviamente).

«Ho chiesto di non candidarmi in Sicilia. Lì ho fatto buona parte della mia professione, da pubblico ministero, da giudice, da Procuratore della Repubblica. Con indagini che hanno lasciato il segno anche nella politica, e quindi io penso di non candidarmi in Sicilia, se mi si accoglie questa richiesta, che è una richiesta di coerenza, di stile. E lo faccio con dispiacere, perché vorrei tanto aiutare la mia terra a risollevarsi dalla situazione in cui si trova»

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO