Di Maio: Bonus assunzioni per i contratti stabili

"Sono proprio le aziende di Stato a fare peggio delle altre in materia di precariato"

bonus assunzioni di maio

Il bonus assunzioni è il prossimo obiettivo del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Di Maio, ribattezzato da Renzi "ministro della disoccupazione" dopo il varo del Decreto dignità: "saranno trecento milioni di euro all'anno e gli imprenditori che assumono avranno un incentivo: stiamo parlando anche del 10% del costo del lavoro" dice Di Maio che aggiunge "nella legge di bilancio ce ne metteremo molti di più".

Il bonus assunzioni andrà a quegli imprenditori che assumono a tempo indeterminato. A In Onda su La7 ieri Di Maio ha parlato dell’opposizione al Decreto dignità come lotta da parte di chi vuole mantenere in condizioni di estrema precarietà lavorativa i giovani. Secondo il ministro la "battaglia contro il decreto dignità la sta facendo Confindustria che ha dentro le grandi aziende di Stato non i piccoli imprenditori, le lobby e le opposizioni che hanno iperprecarizzato i giovani".

Sono proprio le aziende di Stato a fare peggio delle altre in materia di precariato sfruttando "formule pirata" al pari delle multinazionali, ha proseguito il ministro e vicepremier. Sulla previsione di 80mila licenziamenti a causa dell’entrata in vigore del Decreto dignità si tratta di cifre che "non stanno né in cielo né in terra" secondo Di Maio.

Sui voucher che la Lega vuole reintrodurre però di Maio ha dovuto fare (almeno una mezza) marcia indietro: "è probabile che in queste ore o domani mattina sia votato il nostro emendamento di maggioranza che stabilisce dei limiti precisi nel turismo e in agricoltura e non si presta ad abusi" ha precisato il ministro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO