Caso Daisy Osakue: è razzismo o no? I commenti del Pd e di Salvini

I Carabinieri negano che il movente sia razziale. Chi ha ragione?

Commenti sul caso Daisy Osakue

Aggiornamento ore 14:50 - Matteo Salvini ha commentato, non ancora attraverso i social come speravamo, il caso del giorno:

"Spero di incontrarla e vederla gareggiare il prima possibile. Ogni aggressione va punita e condannata, sono e sarò sempre a fianco di chi subisce violenza"

E sulla possibile escalation di razzismo in Italia aggiunge:

"Non diciamo sciocchezze, ricordo che solo negli ultimi tre giorni, nel silenzio generale, la Polizia ha arrestato 95 immigrati, mentre altri 414 sono stati denunciati. L'immigrazione di massa permessa dalla sinistra negli ultimi anni non ha aiutato, per questo sto lavorando per fermare scafisti e clandestini"


L'aggressione subita da parte dell'atleta azzurra Daisy Osakue a Moncalieri è diventato l'argomento politico del giorno. Da una parte la paura che sia l'ennesimo caso di razzismo con violenza ai danni di persone di colore, dall'altra chi urla al complotto.

Entrambi i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini negano che in Italia ci sia una escalation di episodi razzisti, la cronaca nera racconta un'altra storia, ma chi ha ragione? È come quando cade un aereo e nelle due-tre settimane successive i giornali si riempiono di notizie su aerei caduti? O davvero l'atteggiamento in particolare del ministro dell'Interno sta fomentando gli animi di chi non riesce a ragionare con il proprio cervello?

Intanto le agenzie di stampa ci passano solo poche righe sul commento dei carabinieri:

"Per i Carabinieri sono esclusi i motivi razziali. Nei giorni scorsi, precisano, era già stato segnalato a Moncalieri il Fiat Doblò da cui la scorsa notte è partito il lancio di uova che ha ferito al volto Daisy Osakue ed erano stati segnalati altri lanci di uova contro passanti"

Premesso che appare grave che, se è vero che da giorni si verificavano episodi del genere, gli aggressori non siano stati ancora fermati. Ma sarebbe interessante sapere se anche le altre vittime erano di colore o no. Perché in un caso è razzismo, nell'altro è una bravata di dementi. In ogni caso vanno fermati con immediatezza, perché il lancio di uova non è così innocuo. Basti pensare che ora Daisy Osakue rischia di compromettere la sua partecipazione agli Europei di Atletica Leggera di Berlino.

Un dato di fatto certo, per ora, è che Salvini, che commenta ogni notizia sui social, alcune anche più volte (come quella del cane eroe avvelenato), sul caso di Daisy Osakue, che è un'atleta della nazionale italiana, non si è ancora fatto sentire e per ora sui suoi account vediamo le foto delle sue vacanze.

Sia chiaro che da Salvini ci si aspetta un commento sui suoi canali social perché i numeri evidenziano come sia ormai più seguito anche di enti e di organi di informazione. C'è gente che si informa solo attraverso i suoi account. Per ora, con i giornalisti, lui si è limitato a commentare che l'emergenza razzismo in Italia è una "sciocchezza", ma da un ministro ci aspettiamo dei numeri, dei dati oggettivi che ce lo dimostrino.

Inevitabile che l'opposizione si impossessi dell'argomento. Ecco allora che nel Pd nasce l'idea di una grande manifestazione a settembre contro il razzismo. Peraltro Daisy Osakue è iscritta ai Giovani Dem del Piemonte e ha prontamente ricevuto al solidarietà dei suoi compagni di partito.

Il segretario del PD Maurizio Martina ha commentato:

"Non vedere il grave rischio che stiamo correndo dopo che si moltiplicano i casi di violenza sui migranti è un clamoroso errore. Il problema c'è, c'è una spirale razzista preoccupante che va riconosciuta e combattuta e un governo che non riconosce il problema diventa complice di questa spirale. Noi denunciamo questa miopia da parte del governo di Salvini e Di Maio e di tutti quelli che rincorrono dichiarazioni a negare il problema"

Poi ha lanciato l'idea della manifestazione a settembre:

"La manifestazione servirà per dire forte e chiaro che l'Italia non cede al ricatto di questa clima di razzismo e odio ma reagisce con la cittadinanza, con la democrazia, con un idea forte dei diritti e dei doveri. Guai a noi se non vedessimo il rischio che stiamo correndo"

Anche l'ex segretario Pd ed ex Premier Matteo Renzi ha commentato l'episodio sbagliando il dato di cronaca (non è stata "selvaggiamente picchiata"):

"#DaisyOsakue è una campionessa italiana. Ieri è stata selvaggiamente picchiata da schifosi razzisti. Gli attacchi contro persone di diverso colore della pelle sono una EMERGENZA. Ormai è un'evidenza, che NESSUNO può negare, specie se siede al Governo. Italia, #torniamoumani"

Insomma, prima di parlare di razzismo o meno, il caso va esaminato con attenzione, ma indubbiamente ci si aspetterebbe un commento da parte del Ministro dell'Interno e non solo le foto dalla spiaggia...

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO