Franca Leosini: "Chi trova un ladro in casa ha il diritto di sparare"

franca leosini ladri pistole

20:45 - Donald Trump: "Gli Stati Uniti, come sapete, hanno un grande deficit commerciale, anche con l'Italia, circa un miliardo di dollari, quindi dobbiamo rimettere a posto le cose".

Franca Leosini, conduttrice della trasmissione Storie Maledette e ritenuta la “signora del noir” sta facendo molto discutere per un’intervista rilasciata al quotidiano Libero. Parlando di legittima difesa, la Leosini ha risposto a precisa domanda su una questione molto dibattuta negli ultimi tempi:

“È una questione controversa. Premetto che avere armi da fuoco in casa è sempre pericoloso (anche se gli omicidi avvengono con le forbici, o i coltelli...). Ma credo che chi si ritrovi un ladro in casa e spari, abbia il diritto di farlo, specie se in pericolo di vita. E l'idea - continua - che chi ha sparato per difendersi possa essere processato per omicidio, mi terrorizza. Certo, se il ladro scappa e gli spari alle spalle cambia tutto. Ma in genere mi inquieta la discrezionalità del giudice”.

A far giungere la conduttrice a questa conclusione, l’analisi dei tanti casi con i quali ha avuto a che fare durante i tanti anni della sua carriera. E a tal proposito cita anche un esempio concreto:

“È vero che i crimini non sono mai sovrapponibili, però non capisco perché a Parolisi, che ha ucciso la moglie con 29 coltellate, hanno ridotto la pena a 18 anni, mentre a Cosima e Sabrina Misseri, che hanno ucciso Sarah Scazzi senza premeditazione né vilipendio di cadavere, sia stato dato l’ergastolo”.

L’intervista della Leosini ha riacceso soprattutto sui social network le contrapposizioni tra i favorevoli alla “giustizia fai date” e i contrari.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO