Primi 3 mesi di Salvini al Viminale, 12.450 clandestini in più. Come è possibile? Ecco i dati ISPI

Dal 2017 al 2019 si stima un aumento degli irregolari di circa 60mila unità.

Con Matteo Salvini aumento dei clandestini

Un conto sono gli "sbarchi", un altro la presenza di immigrati irregolari sul territorio. Quando questa distinzione sarà chiara, forse, si riuscirà anche a trovare il modo migliore di affrontare l'immigrazione, clandestina e non. Intanto i numeri parlano abbastanza chiari, li ha elaborati l'ISPI, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, su dati dello stesso Viminale, e sono stati riportati questa mattina da Repubblica: da quando Matteo Salvini ricopre l'incarico di ministro dell'Interno, i nuovi irregolari sono 12.450 in più e a questo aumento non corrisponde una crescita dei rimpatri effettivi, che sono stati invece soltanto 1.350, in calo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Infatti la promessa principale di Salvini prima di entrare al Viminale, era proprio quella di procedere ai rimpatri, ma era stato avvisato che non sarebbe stato affatto facile. Deve essersene accorto anche lui e allora ha virato su un tipo di politica più "scenografica" e a costo zero: bloccare gli sbarchi.

Tra l'altro, sempre secondo l'ISPI, il numero di irregolari aumenterà perché si aggiungerà un consistente numero di persone a cui non sarà rinnovata la protezione umanitaria in base alle nuove indicazioni di una circolare del ministero dell'Interno.

Il problema degli irregolari è che sono meno "controllabili" dei richiedenti asilo, vivono ai margini della società in condizioni umanitarie e sanitarie molto, troppo precarie e, secondo recenti statistiche, finiscono per commettere più reati dei migranti in regola.

L'ISPI stima, sulla base dei dati sui rimpatri effettivi, i dinieghi di protezione e la revoca di protezione umanitaria, un aumento del numero degli irregolari dai 390mila del 2017 a 450mila nel 2019, quindi 60mila in più in due anni, a causa della stretta sui permessi che impone il Viminale. Il problema dell'immigrazione, infatti, non si risolve con il blocco degli sbarchi o la negazione dei permessi se non è accompagnata da una efficace politica di rimpatri dei veri "irregolari".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO