Trump: "Assad non provochi una nuova tragedia"

Donald Trump mette in guardia Bashar al Assad, Iran e Russia

Il prossimo 7 settembre a Tabriz, nel nord-est dell'Iran, si terrà un incontro tra Hassan Rohani, Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan. I tre capi di stato di Iran, Russia e Turchia si incontreranno per parlare della situazione siriana, nelle vesti di garanti del processo di pace di Astana, che ha come obiettivo l'istituzione di zone di de-escalation. Rohani e Putin sono tra i sostenitori di Bashar al-Assad, mentre la Turchia appoggia una parte dei ribelli.

A quanto pare al-Assad starebbe preparando un'offensiva per riconquistare la provincia di Idlib, l'ultima roccaforte dei ribelli in Siria. Con un tweet scritto nella notte il presidente degli Stati Uniti ha deciso di lanciare un avvertimento a Bashar al Assad, così come a Putin e Rohani che lo sostengono: "Il presidente al-Assad non dovrebbe attaccare in modo sconsiderato la provincia di Idlib. I russi e gli iraniani commetterebbero un grave errore umanitario partecipando a questa potenziale tragedia umana. Centinaia di migliaia di persone potrebbero essere uccise. Non lasciate che accada".

Il timore di Trump, condiviso anche dal Governo francese, è che al-Assad stia progettando un attacco con armi chimiche nella regione, che metterebbe in pericolo la vita di 3 milioni di persone.


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO