Migranti, governo: "più fondi UE per frenare le partenze". Libia: "lavoriamo a conferenza in Italia a novembre"

Vertice di governo a Palazzo Chigi

vertice di governo palazzo chigi 4 settembre 2018

L’ipotesi di superamento del 3% del rapporto deficit-pil continua a tenere banco nel governo in vista della prossima manovra finanziaria: "Vedremo di rispettare tutte le regole, tutti i vincoli e tutti gli impegni presi: si può far crescere questo Paese e far star meglio gli italiani senza irritare coloro che ci osservano dall'alto. Vedremo di essere bravi e convincenti" ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini ai giornalisti che lo hanno interpellato dopo il vertice di governo tenutosi oggi Palazzo Chigi. Diversi gli argomenti di discussione sul tavolo.

Nella riunione si è parlato anche di migranti: "Obiettivo dell'Italia è quello di avere più fondi nel bilancio Ue per ridurre le partenze" si legge in un comunicato ufficiale di palazzo Chigi. "Il governo - prosegue la nota - è soddisfatto per i risultati fin qui ottenuti e l'Italia si sta anche battendo affinché siano resi più efficaci gli accordi bilaterali per il rimpatrio nei Paesi di origine di coloro che non hanno diritto d’asilo".


Nel vertice di governo si è inevitabilmente discusso anche del caos in Libia: un’intesa per il cessate il fuoco è stata raggiunta oggi tra il governo di Tripoli e le milizie ribelli dopo nove giorni di scontri che hanno provocato secondo l'ultimo bilancio ufficiale 61 morti. "Sono stati definiti alcuni dettagli sulla Conferenza sulla Libia che si terrà in Italia nel mese di novembre. Il governo resta estremamente concentrato nel seguire gli sviluppi in atto in Libia con l’auspicio di un superamento delle attuali tensioni" spiegano ancora da Palazzo Chigi.

Il Ministro dello sviluppo e del lavoro Luigi Di Maio precisa: "l’unica cosa che non vogliamo fare è quanto fatto nel 2011: esportare democrazia con bombe e giustificare interventi militari. L’unico modo per risolvere la questione libica è convocare il prima possibile la conferenza di pace di cui parliamo da mesi e che è stata oggetto della discussione tra Trump e Conte in visita a Washington fine luglio".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO