Matteo Salvini: "Rispetteremo gli impegni presi con gli italiani"

"Se per mettere in sicurezza l'Italia dovessimo spendere un miliardo in più, lo spenderemmo"

Matteo Salvini

Matteo Salvini è tornato a Radio Anch'Io su Rai Radio 1 per una lunga intervista in cui, a pochi giorni dalla ripresa dei lavori di Camera e Senato, ha voluto ribadire le tante promesse fatte agli elettori italiani più e più volte in questi tre mesi di esecutivo Lega-M5S.

Anche in questo caso - e non vale soltanto per Salvini, ma per tutte le altre figure chiave del governo Conte - sono stati fatti tanti proclami, ma non si è entrati nei dettagli. Oltre a confermare che il reddito di cittadinanza si farà - "È una battaglia dei 5 stelle, sarà nella manovra visto che al governo siamo in due" - Salvini ha precisato che gli impegni presi con gli italiani saranno rispettati "restando nei vincoli imposti dagli altri":

Se per mettere in sicurezza l'Italia dovessimo spendere un miliardo in più, lo spenderemmo. Cercheremo di fare tutto, rispettando quello che ci è chiesto da altri, sebbene non sia rispettato da altri Paesi.

Tra le priorità assolute per la Lega, lo ribadisce Salvini, c'è lo smantellamento della legge Fornero e la possibile riforma dell'intero sistema pensionistico e fiscale:

La Legge Fornero è la priorità assoluta per la Lega. Io conosco tanti imprenditori che mi dicono che, se mi mandi in pensione il lavoratore a 61, 62, 63 anni, io ne assumo altri. Va riconsiderato tutto il sistema pensionistico che quello fiscale. La prima priorità è arrivare a 100, liberare dalle catene e mandare finalmente in pensione chi se l'è meritato. È una legge sbagliata.

Piccolo freno sull'altro progetto di Luigi Di Maio, la cosiddetta Legge Spazza Corrotti, che vorrebbe imporre una sorta di daspo a vita per chi viene condannato per corruzione. Il leader della Lega spiega che si sta "leggendo e rileggendo il testo" e precisa che, pur trovandosi d'accordo in linea di massima, "bisogna stare attenti a garantire che fino al terzo grado di giudizio si è innocenti, processi sommari non sono da paese civile. Ma chi corrompe deve pagare".

Salvini conferma anche la discussa flat tax, il progetto che la Lega sta portando avanti da tempo, anche se non è chiaro come si vorrà fare né dove si troveranno i fondi per farla. Il Ministro dell'Interno non fornisce alcun chiarimento su questo punto, si limita soltanto a dire che tutto verrà fatto e che non verranno superati i parametri. Più o meno quello che viene ribadito da settimane, anche se in concreto nessuno è ancora riuscito a spiegarci come la Lega intende raggiungere questo obiettivo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO