New York Times: "Roma invasa dai gabbiani, regna il degrado”. E la Grande Mela? È la città più sporca d'America

Il quotidiano USA: "A Roma i gabbiani fanno quel che vogliono". Ma New York in quanto a pulizia non sta molto meglio...

Il New York Times prende di mira Roma, città sudicia invasa dai gabbiani, e il suo sindaco Virginia Raggi: "Le persone hanno sempre avuto una visione romantica dei gabbiani: ora i cittadini romani hanno a che fare con aggressivi predatori che hanno colonizzato una città a 20 miglia di distanza dal mare".

L’articolo, di Jason Horowitz, si intitola proprio "A Roma i gabbiani fanno quello che vogliono". L'autore scrive che la "popolazione di gabbiani è cresciuta negli ultimi anni fino a decine di migliaia, secondo alcuni esperti. Anche la loro dimensione fisica è cresciuta, mentre si servono al buffet della spazzatura, con spuntini grazie a turisti complici e panini strappati a ignari pedoni".

Il post riferisce dell'irritazione di cittadini e turisti alle prese con gli "aggressivi predatori" e il degrado che regna sovrano nella Città eterna. Tra le cause dell’aumento esponenziale dei gabbiani la chiusura della discarica di Malagrotta: "All'inizio la discarica di Malagrotta fuori città, la più grande d'Europa fino a quando le autorità l'hanno giudicata inadatta a trattare i rifiuti, attirava in massa i gabbiani. Dalla sua chiusura nel 2013, la spazzatura non raccolta di Roma ha offerto loro una ghiotta occasione" si legge nell’articolo del quotidiano USA.

"Per migliaia di anni, la lupa che ha allattato i fondatori di Roma, Romolo e Remo, è stata il simbolo della capitale. Ora invece Virginia Raggi offre i gabbiani trionfanti che spiccano trionfanti al Foro" ironizza Horowitz. L’articolo cita un post di maggio 2017, quando l’amministrazione di Virginia Raggi pubblicò sul profilo Facebook del Comune la foto di un gabbiano sul Foro Romano: i cittadini si arrabbiarono e la foto venne poi cambiata con un altro post intitolato "I provvedimenti di Roma Capitale per ridurre i gabbiani in città".

Promesse rimaste sulla carta secondo il quotidiano, con residenti e turisti che non ne possono più anche perché devono fare i conti con tutta una serie di disagi: dalla spazzatura non raccolta, alle buche sulle strade fino agli autobus che vanno in fiamme.

New York città più sporca degli USA

Ma se la capitale italiana è invasa dai gabbiani e in preda a un generale degrado, la Grande Mela non può certo ridere, visto che è la città più sporca d’America secondo un’indagine condotta da un’azienda di pulizie newyorkese che ha elaborato i dati in possesso dell'ente per la Protezione dell’Ambiente, dell'Us Census Bureau e dell'American Housing Survey prendendo in considerazione densità della popolazione, pesticidi, quantità di rifiuti e inquinamento atmosferico in 40 delle principali città degli States.

Secondo l'indagine, pubblicata agli inizi di quest'anno, New York è prima nella non inviabile classifica per rifiuti e pesticidi, seguita da Los Angeles, Chicago, Filadelfia e San Francisco.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO