Diminuzione degli sbarchi dal 2016 al 2018: i dati del Viminale

I dati raccolti grazie a un Cruscotto statistico giornaliero a cura del Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione.

Diminuzione degli sbarchi dal 2016 al 2018

Il ministero dell'Interno ha pubblicato oggi, mercoledì 5 settembre 2018, i dati sugli sbarchi e l'accoglienza dei migranti dal 2016 al 2018 grazie a un Cruscotto statistico giornaliero, a cura del dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione, che rende disponibile l'insieme di numeri aggregati sul fenomeno.

Dai dati emerge il netto calo di sbarchi registrati negli ultimi tre anni. Si è passati infatti dai 121.604 del 2016 ai 99.868 del 2017 e i 20.208 del 2018. È bene sottolineare che i dati del 2016 e del 2017 sono dal 1° gennaio al 31 dicembre, mentre quelli del 2018 dal 1° gennaio al 5 settembre, ma la differenza è comunque notevole. Quelli provenienti dalla Libia, che l'anno scorso erano ben 95.583, quest'anno sono stati finora 12.322. Il calo, dunque, è stato dell'89,87% rispetto al 2016 e dell'86,97% rispetto al 2017.

Sbarchi migranti 2018

Per quanto riguarda i singoli mesi, il drastico calo si è cominciato a osservare a febbraio. Infatti, mentre nel mese di gennaio abbiamo avuto 5.273 migranti nel 2016, 4.468 nel 2017 e 4.182 nel 2018, a febbraio, invece, abbiamo avuto 3.828 ne 2016, 8.971 nel 2017 e 1.065 nel 2018, ancora più marca la differenza a marzo con 9.676 nel 2016, 10.853 nel 2017 e 1.049 nel 2018.

Con la primavera il numero di sbarchi è ovviamente aumentato, ma la differenza tra il 2018 e i due anni precedenti è stata molto marcata. Per quanto riguarda luglio, mese in cui nel 2016 c'erano stati 23.552 migranti sbarcati, già nel 2016 il numero si è dimezzato passando a 11.461 e quest'anno è crollato a 1.969.

Sbarchi migranti periodo 2017-2018

Tra i porti maggiormente interessati dagli sbarchi dal 1° gennaio al 5 settembre 2018 c'è ovviamente in testa Pozzallo con 3.554 migranti sbarcati, seguito da Catania con 2.961, poi Augusta con 2.478, Messina con 2.394, Lampedusa con 2.107, Trapani con 1.633, Palermo con 809, Crotone con 759, Porto Empedocle con 498, Reggio Calabria con 317, Brindisi con 174 e Cagliari con 162.

Molto interessante il dato sulla nazionalità dichiarata al momento dello sbarco. Tra quelli sbarcati nel 2018, che, lo ricordiamo, sono 20.208, troviamo: 4.022 tunisini (20% del totale), 3.027 eritrei (15%), 1.595 provenienti dal Sudan (8%), 1.306 dal Pakistan (7%), 1.248 nigeriani (6%), 1.2010 dall'Iraq (6%), 1.047 dalla Costa d'Avorio (5%), 875 dal Mali (4%), 852 dall'Algeria (4%) e 809 dalla Guinea (4%). Di 4.217 immigrati (21%) sono ancora in corso le attività di identificazione.

Per quanto riguarda il numero di minori stranieri non accompagnati sbarcati in Italia, sono stati 25.846 in tutto il 2016 (dal 1° gennaio al 31 dicembre), 15.779 nel 2017 (anche in questo caso considerato tutto l'anno) e 3.177 dal 1° gennaio al 5 settembre 2018.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO