Francia: si è dimesso anche il portavoce di Macron

Oltre a due ministri, anche Bruno Roger-Petit abbandona Macron.

Bruno Roger-Petit portavoce di Macron si è dimesso

Il Presidente francese Emmanuel Macron perde un altro pezzo: è il suo portavoce Bruno Roger-Petit che, secondo quanto riferisce la tv di Stato France 2, che a sua volta conferma le indiscrezioni del settimanale Challenges, avrebbe deciso di dimettersi durante l'estate, quindi prima delle dimissioni a sorpresa del ministro per la transizione ecologica Nicolas Hulot e della ministra dello Sport Laura Fressel.

L'uscita di scena di Bruno Roger-Petit, ex giornalista, si inserirebbe, secondo France Info, in una vera e propria ristrutturazione della comunicazione dell'Eliseo, resasi necessaria dopo che Macron ha visto crollare di dieci punti la sua popolarità nei sondaggi. Ora, infatti, è ad appena il 31%, che è meno di quanto avesse il suo predecessore François Hollande nello stesso periodo del mandato.

Adesso a prendere il posto di Bruno Roger-Petit ci sarà Sylvain Fort, che è il ghost writer di Macron. Non è ancora stato spiegato a cosa siano dovute le dimissioni del portavoce dell'Eliseo, ma i media francesi hanno fatto notare come nell'ultimo anno si sia fatto edere pochissimo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO