Banche: rimborsi rapidi (ma parziali) per i risparmiatori

rimborsi rapidi risparmiatori

Rimborsi veloci ma parziali, almeno per ora, per i risparmiatori colpiti dalle crisi bancarie, ovvero dai fallimenti o meglio dai dissesti visto che tecnicamente per l'ordinamento italiano non si può parlare di fallimento di una banca.

A stabilire i rimborsi veloci è un emendamento approvato dalle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera al decreto Milleproroghe che deve passare ora per il voto definitivo dell'aula di Montecitorio.

Secondo l'emendamento sui rimborsi rapidi saranno risarciti i risparmiatori "già destinatari di pronuncia favorevole adottata dall'Arbitro per le controversie finanziarie" e quelli "i cui ricorsi" verranno accolti positivamente "entro il 30 novembre 2018".

I risparmiatori in possesso di questi requisiti possono rivolgersi alla Consob per ottenere in modo tempestivo un rimborso del 30% dell'importo dovuto, secondo l'emendamento al Milleproroghe presentato dai relatori Vittoria Baldino e Giuseppe Buonpane.

Un successivo secondo intervento è previsto dall'emendamento in questione. Il governo Gentiloni nella legge di bilancio 2018 aveva disposto un fondo da 25 milioni, i termini del relativo regolamento necessario a farlo diventare pienamente operativo sono stati spostati dal Senato dal 31 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019. Da qui la soluzione del rimborso veloce e "tempestivo" ma parziale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO