Legge di Bilancio: si studia il taglio del ticket

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha annunciato l'intenzione di tagliare il ticket sanitario

Nella legge di bilancio dovrebbe trovare spazio anche il tema della sanità. La Ministra della Salute, Giulia Grillo, nel corso del suo intervento d'apertura in occasione della riunione del Comitato Oms Europa, ha confermato i due principali obiettivi: tagliare il ticket sanitario ed anche le liste d'attesa. Queste le sue parole: "Abbiamo bisogno di rilanciare la sanità pubblica, i cittadini devono avere accesso alle cure senza pagare più del necessario e per questo stiamo lavorando, in linea con le indicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, alla riduzione del ticket, ossia della compartecipazione economica del cittadino alla spesa per le sue cure".

E poi: "Agiremo su un altro dei punti che ostacolano l'accesso alle cure, ossia le lunghe liste d'attesa per le visite e per gli esami diagnostici nelle strutture sanitarie pubbliche. I cittadini non possono e non devono aspettare tempi infiniti per avere una diagnosi o per effettuare una visita specialistica".

Il fine è dunque quello di provare ad uniformare gli standard offerti dalla sanità pubblica: "La mappa della salute in Italia è piena di luci e ombre con differenze enormi nella stessa città o nelle Regioni. C'è una emergenza che riguarda la mancanza di medici, anche specialisti, e infermieri. In questi giorni stiamo preparando un decreto di emergenza su una situazione che si trascina da anni".

I due obiettivi della Ministra sono, in realtà, in contrasto tra loro. Per ridurre i ticket c'è bisogno di fondi e allo stesso modo c'è bisogno di fondi per accorciare le liste d'attesa. Quanto investirà questo Governo nella sanità? Senza parlare di soldi è difficile poter comprendere le reali intenzioni dell'esecutivo. Senza considerare che la "tutela della salute" è una materia concorrente tra Stato e Regioni. Sarebbe quindi interessante capire, nello specifico, in che modo il Governo intenda affrontare il problema dei differenti standard qualitativi che variano oggi da regione a regione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO