Bari, aggressione contro manifestanti di un corteo antirazzista. Salvini: "Galera per chi pesta"

Salvini: "Galera per chi pesta un essere umano".

Aggressione Bari fascisti

A Bari ieri c'è stato un corteo antirazzista, ma in tarda serata, nel quartiere Libertà, c'è stato uno scontro tra alcuni membri del gruppo "Mai con Salvini" e altri di Casapound. Tre persone del gruppo che manifestava contro il razzismo sono state ferite, tra di loro Antonio Perillo, assistente dell'eurodeputata Eleonora Forenza di Potere al Popolo, anch'ella finita in ospedale per un attacco d'ansia.

La manifestazione di ieri, che ha visto la partecipazione di circa 300 persone, era organizzata già da tempo, in realtà perché ci sarebbe dovuta essere una visita di Matteo Salvini che, però, è stata anticipata al 13 settembre.

Gli inquirenti stanno indagando per identificare gli aggressori, che sarebbero cinque o sei persone armate di mazze e cinghie. Anche i furgoni della polizia sono stati danneggiati con bombolette spray. C'è chi parla di un'aggressione "squadrista", mentre i militanti di Casapound hanno detto di essere stati provocati e insultati e di aver reagito di conseguenza. Casapound, di cui una trentina di militanti sono già stati identificati, ha diffuso una nota in cui ha scritto:

"Come mostrano chiaramente le foto che abbiamo diffuso il corteo era finito da tempo in un’altra zona della città ma gli antifascisti invece di disperdersi hanno cercato di arrivare in via Eritrea, dov'è la nostra sede, per assaltarla. Non stupisce che in mezzo a loro ci fosse l'europarlamentare di Potere al Popolo Eleonora Forenza, da sempre vicina ai centri sociali, come esponenti dei centri sociali sono i suoi collaboratori. Quello di cui possono accusarci è solo di aver difeso il nostro diritto a esistere di fronte a chi ci vorrebbe cancellare dalla faccia della terra"

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha commentato su Facebook:

"L'aggressione di ieri sera a un gruppo di manifestanti al termine di un corteo pacifico antirazzista è un fatto gravissimo. Spero che i responsabili siano puniti. Ma noi tutti sappiamo che esistono dei mandanti morali. Sono tutti quelli che ogni giorno, subdolamente, con parole di finto buonsenso, alimentano un clima di odio, di pregiudizio, di violenza"

Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali ha detto:

"L'aggressione fascista avvenuta stanotte a Bari, nella città in cui fu ucciso Benedetto Petrone, è inaccettabile, non doveva accadere, non deve più accadere e non può rimanere impunita. Ci aspettiamo che gli squadristi responsabili dell’aggressione siano assicurati subito alla giustizia, e sia chiarito perché non sia stata impedita dalle forze dell’ordine"

Foto e Video © Facebook Eleonora Forenza

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO