Salvini: "Se UE boccia la Manovra? Noi tiriamo avanti"

"La Manovra è un passo in avanti verso la civiltà. I mercati se ne faranno una ragione"

Ieri sera è stato trovato l'accordo per arrivare al 2,4% di rapporto Deficit/pil ed oggi sono arrivate, puntualissime, le prime reazioni. Moscovici ha già avvertito l'Italia e un segnale forte è arrivato anche dai mercati finanziari, con lo Spread in rialzo dopo un mese di settembre tranquillo sotto quel punto di vista. La Manovra italiana verrà messa sotto la lente d'ingrandimento dell'EU. Di Maio, dopo i festeggiamenti di ieri sera, ha detto di "non voler andare allo scontro", mentre Salvini è stato meno cauto.

Davanti ai cronisti il leader leghista ha detto di non essere preoccupato per la reazione dei mercati, definendo questa manovra un "passo in avanti verso la civiltà", motivo per il quale "i mercati se ne faranno una ragione". Il tema dei mercati non interessa particolarmente a Salvini che ha ribadito: "Pensiamo di lavorare bene per la crescita del Paese e per ridare fiducia, speranza, energia e lavoro. E quindi sono felice di quello che abbiamo fatto in questi quattro mesi e di quello che faremo nei prossimi quattro anni".

Anche l'avvertimento di Moscovici non sembra aver sortito effetti: "Io sono felice perché abbiamo ridato diritto al lavoro, pensione e speranza a milioni di italiani. Noi vogliamo dare lavoro ai giovani. Se superando la legge Fornero manderemo a casa migliaia di lavoratori, rendiamo un servizio a queste persone che se lo meritano e soprattutto apriamo enormi spazi di futuro e lavoro ai giovani. Lo spiegheremo anche ai commissari". E poi: "Dobbiamo abbattere il muro della precarietà, della sfiducia e della disoccupazione in Italia. Questa manovra intervenendo sulla Fornero, riducendo le tasse ai piccoli, aumentando le pensioni di invalidità rappresenta un passo in avanti verso la civiltà. Sono convinto che analisti e mercati capiranno che stiamo lavorando per il bene del Paese. Non sono assolutamente preoccupato".

Quando un giornalista gli ha chiesto se questo Governo sarebbe disposto a barattare un'apertura sul tema dei migranti in cambio di qualche punto in deficit, Salvini ha reagito così: "Non siamo mica al mercato dei tappeti... se mi dai tre migranti ti do uno zero virgola. E infatti stiamo raccogliendo errori passati di Renzi. Non siamo in un suq a scambiare perline con cappellini. Noi tiriamo dritti".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO