Torino: lo staff di Appendino costa davvero 1,5 milioni in più di quello di Fassino?

Il calcolo fatto dal capogruppo della Lista Civica è esatto?

Chiara Appendino spende più di Fassino

Non si è fatta attendere la replica del sindaco di Torino, Chiara Appendino, alle accuse del capogruppo di Lista Civica. "Secondo i dati del Comune - si legge sul sito Chiaraappendino.it - , il costo della Giunta Fassino è stato nei cinque anni di mandato (2011-2016) di 16.118.000 Euro!". All’insediamento, la prima cittadina del Movimento 5 Stelle aveva previsto un taglio dei costi del 30% rispetto al precedente esercizio e a quanto pare le cose stanno andando addirittura meglio del previsto: "Il costo della mia Giunta, alla fine del mandato naturale, sarà di 9.747.815 Euro - continua Appendino - . Dunque addirittura al di sopra del risparmio previsto. Infatti un risparmio del 30% sui costi del precedente esercizio sarebbe di 11.282.600 Euro". "Senza un particolare sforzo di approfondimento, l’interpellanza ha semplicemente sommato gli emolumenti delle figure che vengono raccolte sotto il Gabinetto della Sindaca, senza preoccuparsi minimamente dei loro ruoli e delle loro mansioni", insiste la sindaca. Insomma, l’opposizione avrebbe preso un granchio.

Lo staff di Appendino più caro di quello di Fassino?

Il capogruppo della Lista Civica Francesco Tresso ha svolto, sulla base di un accesso agli atti, un accurato calcolo su quanto spende la sindaca di Torino Chiara Appendino per il suo staff, paragonando la spesa a quella del suo predecessore Piero Fassino.

Secondo i calcoli di Tresso, nel primo anno di amministrazione a Cinque Stelle il numero di occupati nelle segreterie di Chiara Appendino e dei suoi assessori è stato di 286 persone, di cui 21 esterne, mentre Fassino aveva una media di 210 persone, di cui 30 esterne. Tresso dunque si chiede:

"Com’è possibile che dodici persone, tra cui la sindaca, ne debbano avere come contorno 300 per gestire l’attività amministrativa ed essere di raccordo tra la parte politica e quella amministrativa?"

In soldoni la differenza sarebbe di un milione e mezzo di euro in più spesi dall'attuale amministrazione rispetto a quella precedente. Anche per questo motivo la sindaca non è ancora riuscita a creare il fondo che aveva promesso per i giovani disoccupati, perché non si sono realizzati i risparmi che erano stati annunciati durante la campagna elettorale.

Tresso è andato anche a considerare l'anno in cui l'amministrazione Fassino ha speso di più, cioè il 2015, quando aveva 214 membri dello staff, sempre meno di quanto abbia avuto Appendino nel primo anno e anche in quel caso la spesa è stata parecchio inferiore, ossia più di un milione di euro in meno rispetto a quanto speso dalla giunta a Cinque Stelle.

Ora Tresso ha presentato un'interpellanza che è stata firmata da tutta l'opposizione per chiedere conto della questione alla sindaca e farsi spiegare perché per ogni assessorati ci siano circa 25 persone nello staff, mentre il numero dei dipendenti del Comune diminuisce, tanto che alcuni servizi, come l'anagrafe, sono al collasso. Poiché proprio l'anagrafe ha grossi problemi e i cittadini devono aspettare mesi per avere la carta d'identità elettronica, Tresso propone di spostare qualcuno dalle segreterie degli assessori a quell'ufficio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO