La bufala di Giarrusso (M5S) su Renzi che parlò di "manina" per il salva-Berlusconi (video)

Per difendere Di Maio l'ex iena commette una clamorosa gaffe.

Più che una gaffe, una vera e propria bufala, subito smascherata dai suoi stessi follower. Vi è incappato Dino Giarrusso. Sì, stiamo parlando proprio dell'ex iena che si è candidato con il MoVimento 5 Stelle alle elezioni di marzo, ma non è stato eletto, che si è proposto come consigliere Rai, ma non è stato scelto, che infine, cacciato dalla porta, è rientrato nella finestra, venendo scelto come segretario particolare dal viceministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti e che ora ha il compito di vigilare su eventuali irregolarità nei concorsi universitari.

Poche ore fa Dino Giarrusso ha scritto sul suo account Facebook:

"Se vi sembra incredibile che qualcuno parli di una “manina” che inserisce in un decreto norme favorevoli ad evasori facendo imbufalire il leader di una coalizione di governo, siete smemorati.
Qui Gad Lerner commenta di quando questa cosa successe a Renzi, che oggi strepita perché a chi è oggi al governo accade proprio ciò che accadde a lui. Lerner riprende Renzi che parlava proprio di 'MANINA NASCOSTA', abile ad inserire un condono senza che il leader sappia nulla.
Naturalmente immagino che nessuno di voi fiscalisti, allora, abbia scritto mezza riga a proposito, e vi invito a paragonare come la notizia fu trattata allora dalla stampa mainstream, e come viene trattata oggi"

E ha condiviso un articolo di opinione di Gad Lerner del 5 gennaio 2015 (lo trovate qui) in cui il giornalista parlava di una presunta "manina" che sarebbe intervenuta sull'articolo 19 bis del decreto fiscale a favore dei grandi evasori e ribattezzato come "Salva Berlusconi". Giarrusso scrive che Renzi parlò di una "manina", ma evidentemente non ha letto bene l'articolo di Lerner, che, appunto, è un'opinione del giornalista e non riporta le parole dell'allora Premier.

Renzi, invece, si prese le responsabilità di quell'articolo e di tutti gli altri di quel decreto, disse apertamente che la "manina" era sua e durante un'intervista a Otto e mezzo su La7 il 9 gennaio 2015 (la potete vedere nel video qui in apertura dal minuto 33) spiegò:

"La norma salva-Berlusconi? Io ho scritto materialmente l’articolo 19-bis. E non solo quello, ma anche un articolo, di cui non ha parlato nessuno, che ha aumentato le pene rispetto alla proposta fatta dal Ministero dell’Economia. È finita l’era in cui i tecnici scrivono le norme e i politici stanno a prendere il caffè e ci mettono il bollo"

Quindi tutto il contrario di quello che dice oggi Di Maio, che dà la colpa a presunti tecnici (o politici leghisti?) per il mega-condono inserito nella manovra economica a sua insaputa...

Bufala Dino Giarrusso

Foto © Facebook Dino Giarrusso

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO