Condono fiscale, Salvini: "non serve nuovo CdM". Fraccaro: "quelle norme spariranno"

Un Dl fisco "all'insaputa" del M5s...

del fiscale manovra 2019 di maio vs salvini

Sul decreto fiscale collegato alla manovra 2019 non ci sarà nessun nuovo Consiglio dei Ministri. Matteo Salvini gela Luigi Di Maio che ieri, dagli studi di Porta a Porta, ha denunciato una presunta "manina", probabilmente leghista, che avrebbe trasformato la "pace fiscale" in condono vero e proprio.

Una "manipolazione" del decreto fiscale che ha fatto dire al capo politico del MoVimento 5 Stelle che sarebbe andato in Procura a sporgere denuncia. Sul dl fisco i 5 Stelle avevano poi invocato un nuovo CdM per sanare la situazione, il tutto tra le critiche delle opposizioni, con Renzi che ritrovava anche il gusto della battuta ("ma Di Maio sa quello che firma?"). Matteo Richetti, candidato a segretario Pd, twitta:

Salvini: nessuna regia occulta

Salvini alla richiesta del M5s di nuovo Cdm sul decreto fiscale collegato alla manovra oggi dice no e ribadisce che non c’è nessun complotto: "Non ci sono regie occulte o invasioni di alieni. Questo governo va avanti perché non ha timidezza. Io vado avanti, non c'è nessun Consiglio dei ministri domani perché sono impegnato in tour elettorale in Trentino per far cadere la sinistra domenica a Trento e Bolzano". Perché perdere tempo a sentire le ragioni dell'alleato di governo?

Ma dal M5s non ci si dà per vinti: il decreto fiscale e soprattutto il condono vanno indorati bene per essere digeriti dalla base. Ecco che allora è il Ministro per i Rapporti con il parlamento Riccardo Fraccaro a spiegare che la partita non è chiusa e che le norme inserite nel decreto fiscale collegato alla manovra non concordate in CdM saranno cancellate: "Se qualche nostalgico del passato pensa di fermare il cambiamento si sbaglia, quelle norme spariranno. Alle Camere invierò solo un testo pulito: con noi niente scudi né condono".

Secondo Fraccaro i Ministeri sono "spesso legati a partiti che hanno governato negli ultimi anni" e "a volte ci troviamo delle norme infilate nei testi senza che Lega e M5S le avessero concordate”. Quando si dice a loro insaputa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO