Brexit, nuovo referendum? A Londra decine di migliaia in piazza per chiederlo

È la Peoples Vote March, una manifestazione trasversale che coinvolge laburisti, conservatori, verdi e indipendentisti scozzesi.

A Londra oggi è andata in scena la Peoples Vote March, la marcia promossa dal movimento People Vote, che chiede un "voto popolare" sulla Brexit, ossia chiede, sostanzialmente, che sia rifatto il referendum, quello del 23 giugno 2016 che, con una maggioranza del 52%, decise che il Regno Unito deve uscire dall'Unione Europea. Le trattative sono ancora in corso, dopo due anni, ma si sapeva fin da subito che sarebbe stato un processo lungo e Theresa May non sembra affatto intenzionata a tornare indietro, perciò questa manifestazione, in realtà, non dovrebbe avere alcuna conseguenza concreta sulla Brexit che è ormai più che avviata e si dovrebbe concludere entro il 29 marzo 2019.

Da sottolineare però come a questa manifestazione abbiano preso parte esponenti politici dei più disparati partiti. Non è dunque appannaggio solo dei laburisti, tra i primi a promuovere l'iniziativa. Tra i "nemici" della Brexit, infatti, ci sono Tony Blair e il sindaco di Londra Sadik Khan, ma appoggiano l'idea di un nuovo referendum anche alcuni deputati conservatori, liberal-democratici, verdi, e membri del partito indipendentista scozzese (Snp).

Tra i problemi più scottanti che Theresa May sta affrontando nelle trattative per la Brexit c'è la questione del confine con l'Isola d'Irlanda, ma secondo Carmen Smith, sostenitrice del movimento For Our Future, ci sono anche altri problemi importanti da negoziare e la maggior parte delle conseguenze che essi possono avere sono assolutamente nascoste.

Secondo gli organizzatori alla manifestazione di oggi hanno preso parte decine di migliaia di persone, provenienti da tutto il Regno Unito. Più di 150 autobus sono arrivati a Londra e tra di loro ci sono molti cittadini europei che sono rappresentati dal The3Million, un gruppo che difende i circa 3,7 milioni di europei che vivono in Gran Bretagna e tra di loro ci sono anche moltissimi italiani.
La People's Vote March è sostenuta anche dal quotidiano "The Independent", che nei giorni scorsi ha lanciato una petizione online e ha registrato la sottoscrizione di circa 900mila persone.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO