Elezioni provinciali in Trentino-Alto Adige: boom della Lega. Salvini: "risultati incredibili"

Salvini

Aggiornamento - Terminato lo scrutinio dei voti in Provincia di Trento dove a vincere è stato il candidato del centro destra Maurizio Fugatti, già deputato della Lega nonché sottosegretario al Ministero della Salute. Fugatti ha ottenuto il 46,6% dei voti, trainato dalla Lega che da sola ha sfiorato il 12% delle preferenze, raddoppiando i consensi del 2013 quando sempre Fugatti era il candidato Presidente, appoggiato dalla Lega e dalla lista dei "Cattolici Europei Uniti".

Forza Italia, in coalizione con la Lega, ha invece ottenuto appena il 2,5% dei consensi contro il 4,7% del 2013, quando correva da sola. In netto calo anche il Partito Democratico con il 12,4%; 5 anni fa ottenne invece il 22,07% dei voti, rappresentando la maggiore forza in sostegno del Presidente uscente Ugo Rossi, vincitore a suo tempo con il 58,12% dei voti. Il candidato presidente appoggiato dal PD, Giorgio Tonini, si è fermato al 25,4% dei voti. Ugo Rossi, invece, candidato con il sostegno del Partito autonomista Trentino Tirolese - 5 anni fa in coalizione con il PD - si è fermato al 12,4%.

A differenza di quanto accaduto nella Provincia di Bolzano, a Trento il M5S è riuscito a migliorare leggermente la performance del 2013 passando dal 5,72% al 7,1%.

Provinciali Alto Adige: i risultati di Bolzano


risultati elezioni tento trentino alto adige

22 ottobre 2018 - I risultati delle elezioni provinciali in Alto Adige segnano il calo della Svp, che rimane primo partito, al 41.9%, e il boom della Lega che con l'11.1% e il primo posto a Bolzano città (con il 27.8%) ora pretenderà qualche poltrona in giunta.

Il calo della Svp alleata del Pd, scesa al 41,9% dal 45,7% del 2013, è tutto sommato contenuto, ma costa 2 posti in consiglio. L'altra grande sorpresa di queste elezioni provinciali a Bolzano è il risultato della lista civica dell’ex 5 stelle Paul Koellensperg che raccoglie il 15,2%. Ancora il calo il Pd, sceso al 3,8%, in calo anche il M5s, al 2,4%, Forza Italia non supera l’1%, mentre i Verdi sono al 6,8%.

Se questi sono i risultati definitivi delle elezioni provinciali a Bolzano, per i risultati del Trentino, della provincia autonoma di Trento, c’è da attendere ancora qualche ora, lo spoglio è iniziato alle 7 di oggi 22 ottobre. Rispetto alle precedenti elezioni provinciali, l’affluenza è risultata in aumento dell’1,23% in Trentino e in calo 3,8% in Alto Adige.

"Queste elezioni sono motivo di soddisfazione per l'Svp che ha ottenuto un buon risultato al 41,9%. Ma abbiamo avuto delle perdite dei consensi soprattutto nelle aree urbane. Ora dobbiamo analizzare tutto all'interno del partito" commentano il segretario politico Svp Philipp Achammer e il presidente della Giunta Arno Kompatscher che ha preso 68.210 voti. "Ora parleremo con tutti i partiti. Abbiamo un mandato forte, abbiamo preso quasi tre volte i voti del secondo partito, poi vedremo con chi possiamo fare il governo. È incontestabile che la Lega ha avuto un consenso forte, ma è ancora presto per parlare di possibile alleanze" aggiungono i due esponenti Svp.

Provinciali Alto Adige: a Bolzano vola la Lega

21 ottobre 2018 - Nella provincia di Bolzano ha votato il 73,9% degli aventi diritto, un dato leggermente inferiore rispetto al 77,7% delle elezioni del 2013. Alla chiusura dei seggi a Bolzano si è subito proceduto con lo spoglio, a differenza invece della Provincia di Trento dove le operazioni inizieranno alle 7 di domani mattina.

A mezzanotte sono ufficiali i dati di 259 sezioni su 495; più che sufficienti a fare un primo bilancio. Il Südtiroler Volkspartei ha confermato ancora una volta di essere il primo partito, ma ha perso ben 10 punti rispetto a 5 anni fa, attestandosi intorno al 36%. La Lega di Salvini ha invece fatto un clamoroso balzo in avanti attestandosi intorno al 16%; solo 5 anni fa la Lega si era presentata con una lista unica insieme a Forza Italia fermandosi al 2,5%.

Salvini ha esultato alla sua maniera, cogliendo la palla al balzo per sparare a zero un po' su tutti:

Il Movimento 5 Stelle, invece, è rimasto al palo. Nel 2013 si fermò come la Lega al 2,5% ed elesse il solo Paul Köllensperger. Lo stesso Köllensperger nel luglio scorso decise di abbandonare il Movimento per presentare una sua lista al fine di "compiere un passo verso l'elettorato di lingua tedesca", non condividendo la strategia scelta dal M5S. Per lui questa scelta ha rappresentato un successo personale visto che la sua lista è riuscita ad ottenere oltre il 13% dei consensi.

Elezioni provinciali a Trento e Bolzano: il voto

21 Ottobre ore 11

Oggi 21 ottobre 2018 si vota per le elezioni provinciali a Trento e Bolzano. I seggi per rinnovare i Consigli provinciali della due province autonome in Trentino sono stati aperti alle 6 e verranno chiusi alle 22, in Alto Adige invece si vota dalle 7 alle 21. In Trentino si vota anche direttamente il presidente della provincia.

Elezioni Trento e Bolzano 2018: aventi diritto e spoglio

Per i risultati delle elezioni provinciali in Trentino si dovrà attendere domani, con la spoglio che inizierà dalle 7 in poi, in Alto Adige invece lo scrutinio inizierà già da stasera, al termine delle operazioni di voto. In queste elezioni provinciali a Trento e Bolzano verranno eletti 35 consiglieri provinciali in ciascun consiglio.

In Trentino il presidente si vota direttamente

In Trentino sarà eletto direttamente anche il presidente della Provincia, invece in Alto Adige l'elezione del presidente non è diretta ma riservata ai consiglieri eletti. I consiglieri delle due province autonome eletti compongono insieme il Consiglio regionale con la presidenza che è divisa tra i due presidenti a turno per metà mandato ciascuno.

Elezioni presidente provincia Trento: candidati

I candidati a governatore della provincia di Trento, che viene eletto direttamente a differenza di quello di Bolzano, sono in tutti 11. L’ex Pd Ugo Rossi, il presidente uscente, si è candidato solo con il Partito Autonomista Trentino Tirolese (Patt).

Il Pd ha schierato l'ex senatore Giorgio Tonini. Per il M5s si è presentato il già consigliere regionale e provinciale Filippo Degasperi mentre il Centrodestra unito ha candidato il leghista Maurizio Fugatti, sottosegretario alla Salute nel governo Conte.

Elezioni presidente provincia Bolzano: candidati

Per la Svp è Arno Kompatscher il delfino di Luis Durnwalder, che dovrà vedersela con i Freiheitlichen del Partito della libertà che ha il 17,9% in consiglio ed è sostenuto dal vice cancelliere austriaco Heinz Christian Strache.

Ma sorprese potrebbero arrivare anche dalla lista Koellensberger "amica" dei 5 Stelle. Alle preferenze dell’elettorato italiano mirano Svp, Verdi, Forza Italia, Lega, Noi per l'Alto Adige, Pd, Sinistra Unita, Alto Adige nel Cuore, M5s e Fratelli d'Italia uniti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO