Di Maio: "Lucano un esempio? Ha violato molte leggi"

Il vicepremier ospite di "Mezz'ora in più" su Rai 3

Luigi Di Maio ha parlato del “modello Riace” e del sindaco Domenico Lucano nel corso della trasmissione "Mezz'ora in più", su Rai 3. Negli ultimi giorni ha fatto molto discutere l’opposizione da parte della maggioranza di governo alla partecipazione di Lucano alla trasmissione "Che tempo che fa": "Fazio porta avanti la sua linea editoriale - dichiara il ministro del Lavoro - . Ma mi preoccupa il messaggio agli altri sindaci che è quello di violare le regole. Avremmo 8000 sindaci arrestati". Spesso, infatti, quando si parla di Riace, lo si fa in termini di “modello di accoglienza”, ma Di Maio solleva dei dubbi proprio sulle fondamenta dello stesso: "Su Riace, fermo restando che bisogna aiutare le persone e sono contento che non ci sia alcuna deportazione, ricordo che c'è un inchiesta e che sono state violate molte leggi. A chi dice che è un modello, vuol dire che gli altri sindaci sono fessi".

di maio italia 5 stelle

Le critiche più aspre al governo Conte sono giunte in questi giorni per la manovra, che non è gradita ai mercati e all’UE. Di Maio si dice tutt’altro che preoccupato: "Ci dicono tutti che lo spread si sta impennando per il timore diffuso che questo governo voglia uscire dall'euro e dall'Europa. Ribadisco qui ma ci saranno ulteriori forme solenni per ribadirlo che non c'è un piano B, c'è solo un piano, il piano A, che è cambiare questa Europa e rimettere al centro i valori".

Insomma, la posizione del vicepremier “grillino” è la stessa del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, che nei giorni scorsi ha provato già a rassicurare i mercati e l’UE: "Alla lettera in risposta all'Ue ci sta lavorando tutto il governo e in particolare il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, e il premier Giuseppe Conte", insiste Di Maio. Fiducia totale, dunque, nel dicastero dell’Economia, che nelle ultime settimane è stato spesso al centro di rumors su possibili dimissioni o addirittura “licenziamenti”: "Tria non solo è ancora il ministro dell'Economia ma sta portando avanti una manovra molto coraggiosa. Se passa questo modello, un modello diverso che investe sui diritti, cambia tutta l'Europa. La lettera di domani racconterà le ragioni della nostra manovra di bilancio e dirà anche che tra le clausole di salvaguardia, cioè i debiti che ci hanno lasciato i governi precedenti, e" la minore crescita "con il deficit quest'anno partivamo dal 2%", quindi lo sforamento è solo dello "0,4%".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO