Manovra bocciata anche dai sindacati. Moscovici: "non vogliamo crisi". Ue riceve lettera Italia

Sindacati ed Europa contro la legge di bilancio, intanto Tria invia la lettera di risposta sul Dpb alla commissione Ue

ue riceve lettera risposta italia

Tutti contro la manovra. Dopo l'Europa, anche i sindacati giudicano insufficiente la Legge finanziaria del governo Conte. Bruxelles ha già bocciato il documento programmatico di bilancio chiedendo chiarimenti entro mezzogiorno di oggi, chiarimenti che sono arrivati per tempo con una lettera del ministro dell'Economia e delle finanze Giovanni Tria.

Sindacati: manovra senza sviluppo

Stamattina Cgil, Cisl e Uil pur ammettendo che la manovra 2019 "rappresenta una prima inversione di tendenza rispetto all'austerity" osservano che presenta comunque "elementi di inadeguatezza ed è carente di una visione del Paese". Secondo i sindacati il reddito di cittadinanza non crea lavoro mentre il condono e la flat tax sono misure sbagliate e inique. Inoltre mancano risorse per gli investimenti e alle viste non potranno che esserci nuovi tagli di spesa.

Moscovici: Ue non vuole crisi con Roma

"Aspetto risposte da Roma per mezzogiorno, poi la Commissione ne dibatterà domani. Non mi piace l'espressione bocciare. Il massimo che possiamo fare è chiedere all'Italia di risottomettere un altro documento di bilancio che tenga conto di osservazioni, questioni e regole europee" ha spiegato in mattinata il commissario Ue agli Affari economici e monetari Pierre Moscovici che sull'eventuale bocciatura ha proseguito dicendo "sarebbe la prima volta, la Commissione non vuole una crisi tra Bruxelles e Roma, il posto dell'Italia è al cuore della zona euro, non all'esterno" ha aggiunto.

Kurz: non paghiamo i debiti degli altri

Meno diplomatica la posizione del cancelliere austriaco Sebastian Kurz (l'Austria detiene la presidenza di turno dell'Ue) secondo cui se non saranno apportate modifiche sostanziali la Commissione Ue dovrà bocciare la manovra italiana: "L'Austria non è pronta a sostenere i debiti degli altri Paesi, mentre questi Stati scientemente contribuiscono all'incertezza dei mercati" ha affermato.

Lettera di Tria ricevuta dalla Commissione Ue

La lettera di risposta dell'Italia alla bocciatura da parte dell'Ue del Documento programmatico di bilancio (Dpb), cioè la sintesi della manovra finanziaria, è arrivata come previsto entro le 12 di oggi, fanno sapere fonti della Commissione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO