Di Maio: “manovra bocciata? È la prima non scritta a Bruxelles”. Poi via con le faccine…

Il vicepremier: "siamo sulla strada giusta"

di maio bocciatura manovra ue

Dopo la bocciatura ufficiale della manovra italiana da parte della Commissione Ue il ministro dello Sviluppo e del Lavoro Luigi Di Maio commenta su Facebook concedendosi una battuta e terminando il post con emoticons varie:

"È la prima manovra italiana che non piace alla UE. Non mi meraviglio: è la prima manovra italiana che viene scritta a Roma e non a Bruxelles!
Con i danni che avevano fatto quelli di prima, non potevamo certo continuare con le loro politiche. Continueremo a raccontare alla Commissione Europea cosa vogliamo fare con rispetto. Ma altrettanto rispetto ci deve essere nei confronti del popolo italiano e del governo che oggi lo rappresenta.
Continuiamo a lavorare a testa alta per il bene dei cittadini"

Intanto dopo la bocciatura della manovra lo spread ha toccato quota 315 punti base mentre Piazza Affari sta girando in calo dello 0.80% quando si avvicina la chiusura della seduta. Tradotto: milioni e milioni in fumo e interessi più alti da pagare sui titoli del nostro debito pubblico, cosa che inevitabilmente si riflette su tutti.

Ma a Di Maio e altri importanti esponenti del governo la "speculazione dei mercati" non sembra preoccupare troppo. "Sappiamo che, se dovessimo arrenderci, farebbero velocemente ritorno gli "esperti" pro banche e pro austerity. E quindi non ci arrenderemo. Sappiamo che stiamo percorrendo la strada giusta. E perciò non ci fermeremo" ha scritto ancora il vicepremier su Facebook. La Commissione Ue ora punta sul Ministro dell'economia Giovanni Tria per portare il governo a più miti consigli.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO