Matteo Salvini è pronto a presentare la nuova Lega: ecco cosa cambierà

Matteo Salvini

Si parla da tempo con insistenza dell'addio ufficiale alla storica Lega Nord, già ribattezzata semplicemente Lega una manciata di mesi fa, e sembra che l'annuncio sia atteso tra qualche ora, durante il consiglio federale del partito convocato dal leader Matteo Salvini per le 13 di oggi.

Al momento, infatti, sono due i partiti che convivono sotto il nome di Lega. Da un lato c'è la Lega Nord per l’Indipendenza della Padania, fondata da Umberto Bossi e Roberto Maroni, e dall'altro la Lega per Salvini Premier, che vede invece cinque figure chiave del partito tra i suoi fondatori: Matteo Salvini, Giancarlo Giorgetti, Lorenzo Fontana, Giulio Centemero e Roberto Calderoli.

Lo stato del partito è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 14 dicembre, ma sembra che sia arrivato il momento di mandare definitivamente in pensione la vecchia denominazione, a cominciare da quel Nord già abbandonato dopo l'enorme consenso ottenuto dal partito in tutta Italia, non più soltanto nel nord del Paese.

Le ultime indiscrezioni, però, insistono sul fatto che la nuova Lega sarebbe pronta ad abbandonare anche lo storico logo, quello che presenta il Guerriero di Legnano. Il nuovo logo, invece, sarà semplicemente un rettangolo blu in cui compare la scritta "Lega per Salvini Premier".

Lega per Salvini Premier è un movimento politico confederale costituito in forma di associazione non riconosciuta che ha per finalità la pacifica trasformazione dello Stato italiano in un moderno Stato federale attraverso metodi democratici ed elettorali. Lega per Salvini Premier promuove e sostiene la libertà e la sovranità dei popoli a livello europeo.

Il Corriere Della Sera anticipa stamattina che la configurazione del nuovo partito sarà molto simile a quella del Partito Democratico, nel senso che ci sarà un partito holding a cui poi si agganceranno le associazioni territoriali a livello regionale. Non solo:

Tutti i militanti si iscriveranno al nuovo partito, in modo tale che la vecchia Lega risulterà, semplicemente, svuotata. Di anzianità, dunque, sarà impossibile parlare. I militanti del sud, che nella vecchia Lega sarebbero «giovanissimi», avranno la stessa età d’iscrizione di chi è leghista da 25 anni.

Non è chiaro, però, se Salvini darà il via al nuovo partito già nella giornata di oggi o se il consiglio odierno sarà incentrato su altri argomenti. Quello che sembra ormai chiaro, però, è che la vecchia Lega Nord ha le ore contate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO