Mattarella: "pluralismo e libertà delle opinioni sono condizioni imprescindibili"

Nuovo monito del Capo dello Stato

Il Presidente Mattarella ha inviato un messaggio al Sir (Servizio d’informazione religiosa), l'agenzia stampa della CEI, in occasione dei 30 anni dalla sua fondazione. Il Capo dello Stato ha approfittato di questa occasione e, come suo costume, ha inviato anche un messaggio alla classe politica: "L’irrobustimento delle voci espressive di identità e realtà rappresenta un servizio reso alla intera comunità della Repubblica: il pluralismo e la libertà delle opinioni sono condizioni imprescindibili per un Paese civile, come afferma la nostra Costituzione".

E poi: "In questo spirito desidero esprimere l’augurio che il vostro lavoro continui ad essere un contributo importante a una corretta informazione, basata sul rispetto reciproco e sulla affermazione dei diritti della persona e delle comunità, valori su cui si fonda la nostra convivenza. L’agenzia di stampa Servizio informazione religiosa si è conquistata, da parte degli operatori dell’informazione e dell’intera società italiana, rispetto e credibilità nell’esercizio della sua missione di veicolare nel vasto mondo dei media, vecchi e nuovi, l’informazione relativa alla Chiesa cattolica italiana e la osservazione delle vicende del Paese nel solco del giornalismo di ispirazione cristiana"

Congratulandosi con il Sir, Mattarella ha indirettamente colto l'occasione per rispondere al post pubblicato ieri dai 5 Stelle sul proprio blog, attraverso il quale hanno attaccato apertamente il quotidiano Repubblica: "Comprare la Repubblica equivale a finanziare il Pd. Meglio darli in beneficenza". La dimostrazione della parzialità di Repubblica? Aver scelto una foto della manifestazione contro Virginia Raggi come copertina della pagina Facebook.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO