Istat, Pil fermo nel terzo trimestre 2018. Economia stagnante dopo 3 anni di espansione

Il tasso di crescita tendenziale del Pil passa dall'1,2% del secondo trimestre allo 0,8% del terzo.

Pil Italia terzo trimestre 2018 - Primo del governo Conte

Mentre il governo Conte vara una manovra che si bassa tutta sulla crescita, i dati che arrivano dall'economia reale sono tutt'altro che confortanti: la stima preliminare dell'Istat sul Pil del terzo trimestre 2018 (che è il primo dell'esecutivo giallo-verde) dice che l'economia è stagnante per la prima volta dopo tre anni di espansione.

In particolare nel rapporto dell'Istat si legge che nel terzo trimestre del 2018 il Pil, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, si stima che sia rimasto invariato rispetto al trimestre precedente e il tasso tendenziale di crescita è dello 0,8% e la variazione acquisita per il 2018 è del +1,0%. L'Istat spiega:

"Nel terzo trimestre del 2018 la dinamica dell’economia italiana è risultata stagnante, segnando una pausa nella tendenza espansiva in atto da oltre tre anni. Giunto dopo una fase di progressiva decelerazione della crescita, tale risultato implica un abbassamento del tasso di crescita tendenziale del Pil, che passa allo 0,8%, dall’1,2% del secondo trimestre. Questa stima, che ha natura provvisoria, riflette dal lato dell’offerta la perdurante debolezza dell’attività industriale - manifestatasi nel corso dell’anno dopo una fase di intensa espansione – appena controbilanciata dalla debole crescita degli altri settori"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO