Gasdotto Tap, M5S sapeva dei costi per fermarlo: le parole di Barbara Lezzi - VIDEO

"Sarà molto complicato e probabilmente molto costoso, per come è stato ratificato il trattato".

Il Movimento 5 Stelle era a conoscenza degli enormi costi da sostenere per fermare la realizzazione del gasdotto Tap. La cosiddetta "bomba Tap" è scoppiata pochi giorni fa all'interno del Movimento 5 Stelle, che aveva trionfato in Puglia anche grazie alla promessa che l'opera sarebbe stata cancellata.

Col Movimento 5 Stelle al governo insieme alla Lega le cose hanno preso una piega ben diversa dalle promesse fatte in campagna elettorale e il leader di M5S Luigi Di Maio si è subito lanciato in difesa dell'esecutivo di Giuseppe Conte, sottolineando di aver visionato le carte soltanto dopo essere arrivato al Ministero dello Sviluppo Economico, "le carte un ministro le legge solo quando diventa ministro e noi del M5s non hanno mai fatto leggere alcunché".

Non è la prima volta che Di Maio tenta di difendersi in questo modo, ma anche stavolta non ha fatto i conti coi video che gli altri membri di M5S hanno pubblicato nel corso degli ultimi mesi, a cominciare da Barbara Lezzi, senatrice in Puglia dal 2013 e dal 1 giugno scorso anche Ministro per il Sud della Repubblica Italiana.

Era il 20 febbraio scorso, in piena campagna elettorale a poche settimane dalle elezioni, quando Lezzi, intervenuta a Melendugno, ha detto in modo piuttosto chiaro di sapere che l'interruzione dell'opera avrebbe portato dei costi molti importanti. Anche lei, come Di Maio, ammette di non aver letto le carte - "sono solo tre paginette" - ma immagina bene quali potrebbero essere le conseguenze della sospensione del gasdotto Tap. Nonostante questo, però, promette che col Movimento 5 Stelle al governo l'accordo intergovernativo sarebbe stato denunciato alle autorità internazionali:

Io posso dirvi senza dubbio una cosa: appena il M5s andrà al governo denuncerà il trattato, perché così si fa. Avvierà un ciclo di arbitrati internazionali con tutti i Paesi che sono coinvolti perché se noi riuscissimo a convincere tutti i Paesi sarebbe molto più semplice. Altrimenti noi ci affideremo all’arbitrato internazionale. [...] Sarà molto complicato e probabilmente molto costoso, per come è stato ratificato il trattato.

Quel percorso, però, non è mai stato avviato e adesso chi ha votato il Movimento 5 Stelle anche per le promesse fatte sul Tap non può che prendere atto della nuova posizione del partito. Il video è stato pubblicato dalla stessa Lezzi sulla propria pagina FB: qui sotto trovate il suo intervento integrale, in apertura un breve spezzone.

Posted by Barbara Lezzi on Tuesday, February 20, 2018

Barbara Lezzi M5S

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO