Alitalia, Cda Ferrovie dà via libera per l'offerta di acquisto

Alitalia

Sul volgere di una convulsa giornata per i destini di Alitalia, il Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato "ha deliberato di presentare l'offerta per l'acquisto dei rami d'azienda delle società Alitalia-Società Aerea Italiana e Alitalia Cityliner". L'ok di FS, senza specificare l'ammontare dell'offerta, è arrivato in serata con un comunicato, giusto un giorno prima della scadenza del bando di vendita della compagnia aerea.

Alitalia, Lufthansa esclude un investimento con FS

Nell'incerto futuro di Alitalia potrebbe affacciarsi la compagnia aerea tedesca Lufthansa, che già in passato aveva manifestato l'intenzione di correre in supporto dell'avversaria italiana. La condizione messa all'azienda tedesca, però, è molto semplice: il governo italiano non deve essere coinvolto.

Carsten Spohr, CEO di Lufthansa, lo ha detto chiaro: "Non saremo co-investitori con il governo in una compagnia aerea in via di ristrutturazione". Era stato il vicepremier Luigi Di Maio, pochi giorni fa, ad annunciare la possibilità del ritorno dello Stato italiano come azionista di Alitalia attraverso il Ministero dell'Economia e Ferrovie Dello Stato, ipotesi confermata anche da FS.

Se la cosa si avvicinasse a concretizzarsi, Lufthansa non sarà della partita. Tutto dipenderà, ha spiegato Spohr, a come andranno le cose con FS. La porta, infatti, non è stata ancora chiusa del tutto:

Una partnership con Alitalia, però, è ancora possibile, ma non abbiamo in programma di investire nella compagnia insieme al governo.

Il percorso di Ferrovie dello Stato, intanto, sta andando avanti. Domani, mercoledì 30 ottobre, FS dovrebbe presentare l'offerta vincolante ai commissari di Alitalia - Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari - come deciso ieri durante il consiglio di amministrazione di FS, riunitosi proprio per esaminare l'offerta.

Stando a quanto si appende, l'offerta delle Ferrovie dello Stato dovrebbe essere condizionata all'ingresso di altri partner, che non dovranno però essere società pubbliche. Almeno uno di questi partner, inoltre, dovrebbe arrivare dall'estero. Lufthansa, almeno sulla carta, sarebbe quindi perfetta, ma il coinvolgimento del governo italiani è un paletto che l'azienda tedesca non intende togliere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO