Usa, Trump: "Abolirò lo ius soli". Ma è solo una mossa elettorale...

Per farlo servirebbe una riforma costituzionale.

Donald Trump vuole togliere lo ius soli negli Usa

Nel corso di un'intervista rilasciata ad Axios, Donald Trump ha detto di voler abolire lo ius soli, ossia il diritto di godere della cittadinanza americana riconosciuto a chiunque nasca sul suolo Usa. Secondo il Presidente degli Stati Uniti "è una cosa ridicola", per questo vuole emanare un "ordine esecutivo" per annullare questo diritto e in particolare per impedire a figli di persone immigrate illegalmente di diventare americani.

Tuttavia, secondo gli osservatori esperti di diritto Usa, per abolire realmente lo ius soli servirebbe una riforma costituzionale votata a due terzi dal Congresso e successivamente ratificata da una maggioranza qualificata di Stati americani, in quanto si tratta di regole contenute nel 14° emendamento della Costituzione.

Trump sembrerebbe intenzionato a percorrere una scorciatoia, ma quello che appare certo è che la sua "uscita" sia una mossa prettamente elettorale, perché martedì 6 novembre ci sono le elezioni di midterm che rinnoveranno tutta la Camera dei rappresentati e un terzo del Senato e potrebbero mettere nei guai l'inquilino della Casa Bianca.

Infatti, se i democratici dovessero tornare a controllare la maggioranza della Camera potrebbero anche aprire una procedura di impeachment contro Trump, che finora è sempre riuscito a evitarla forte della sua maggioranza.

L'intenzione di Trump è di tenersi stretti quegli elettori che ce l'hanno con gli immigrati. Nel frattempo ha anche promesso di ridurre del 10% le tasse sul ceto medio e ha inviato 5200 soldati al confine con il Messico per bloccare i migranti dell'Honduras e di altri Stati del Centro America.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO