Di Maio: reddito di cittadinanza sotto l'albero e stop a prescrizione

Il vicepremier parla delle misure della manovra e prova a rassicurare dopo le parole di Giorgetti sulle difficoltà attuative per il reddito di cittadinanza

Di Maio reddito di cittadinanza sotto l'albero

In una diretta Facebook Luigi Di Maio assicura su reddito di cittadinanza a pensione quota 100 nella Manovra 2019, rilancia la battaglia contro la prescrizione e con un messaggio alla base e all’alleato di governo Lega ribadisce che la Tav non serve.

Reddito di cittadinanza e pensioni quota 100


Dice Di Maio che nella Legge di bilancio ci sono sia i soldi per il reddito di cittadinanza sia per le pensioni quota 100, per superare la Legge Fornero: "subito dopo Natale, si fa un decreto in cui ci saranno le norme per la riforma dei centri per l'impiego e la riforma della Fornero che non possono essere scritte nella Legge di bilancio".

Di Maio conferma indirettamente quanto sostenuto dal sottosegretario (leghista) alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti sui problemi attuativi del reddito di cittadinanza.

Via la prescrizione: "ha salvato anche Gelli"


Il capo politico del M5s poi spiega che l’istituto giuridico della prescrizione a suo avviso deve essere cancellato, con un provvedimento nel decreto "spazza corrotti" visto che l'emendamento del ministro della giustizia Alfonso Bonafede è in linea col contratto di governo.

"In questo Paese i più grandi furbetti del quartierino, i furbetti politici, si sono salvati dai processi grazie alla prescrizione, non la povera gente. Tra loro Licio Gelli"... Magari ci sono dei problemi interni alla Lega, non lo so e non mi interessa" aggiunge Di Maio.

Tav inutile, ma fondi non spostati sulla Napoli-Bari


Il vicepremier e ministro dello Sviluppo e Lavoro torna poi sul tema della Tav, l’alta velocità Torino-Lione. Sullo stop all'opera i 5 Stelle non vogliono cedere dopo aver visto la rivolta della base per il via libera alla Tap: "Ieri sera sono stato al cinema e una signora mi ha chiesto di non andare contro la Tav. Ma noi non siamo contro le alte velocità in sé: siamo contro gli sprechi di soldi che non ci permettono di investire dove serve. Per noi la Tav non è un'opera in questo momento prioritaria. Non ci serve: è stata progettata 30 anni fa quando si sprecavano soldi".

E a chi lo accusa di voler spostare soldi al Sud, "sulla Napoli-Bari", Di Maio replica: "Appendino sta portando avanti la metro 2 a Torino".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO