Fiducia al Senato su un maxiemendamento al Dl Sicurezza: domani il voto

È strettamente connesso al nodo della prescrizione nel Dl anticorruzione.

Governo pone fiducia su DL Sicurezza

6 novembre 2018, 17.55 - Subito dopo l'ufficializzazione della questione di fiducia da parte di Riccardo Fraccaro e la sospensione della seduta, la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha confermato che la Commissione Bilancio sull'emendamento si prenderà due ore e trenta minuti per dare il proprio parere.

La seduta riprenderà in serata per la discussione generale, mentre per le dichiarazioni di voto e la chiama bisognerà attendere le 9.30 di domani, mercoledì 7 novembre.

Fiducia al Senato su un maxiemendamento al Dl Sicurezza

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro ha annunciato oggi pomeriggio che il governo porrà la questione di fiducia in Senato su un maxi emendamento che va a sostituire il testo del disegno di legge sulla sicurezza che un Consiglio dei Ministri lampo ha approvato.

La seduta in Senato è stata sospesa per far svolgere una conferenza dei capigruppo sulla questione di fiducia e entro oggi si dovrebbe procedere alla votazione. Questa è la prima fiducia chiesta dal governo Conte su un proprio provvedimento. Finora la fiducia è stata votata una volta sola, il 5 giugno, in occasione dell'insediamento dell'esecutivo.

Oggi la giornata è stata molto tesa e ci sono stati scontri verbali tra i 5 Stelle e il PD in commissione Affari costituzionali e giustizia alla Camera su un altro provvedimento, quello che sta facendo discutere di più, ossia il Dl anticorruzione e in particolare il punto relativo allo stop alla prescrizione dopo la sentenza di primo grado.

Ma le due questioni, quella del Dl sicurezza e quella della prescrizione nel Dl anticorruzione, sembrano strettamente connesse e tra loro e si attende un incontro tra i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini affinché trovino una soluzione comune tra M5S e Lega.

Intanto stamattina Salvini, intervenendo a RTL 102.5 per parlare del caso di Asia Bibi, la donna cristiana assolta per blasfemia ma che non può lasciare il Pakistan, ha parlato anche del Dl sicurezza e ha detto:

"Prevedo che passi oggi e sarà un passo in avanti per la sicurezza degli italiani. Di delinquenti italiani ne abbiamo abbastanza... Nel dl sicurezza e immigrazione che donerò agli italiani ci saranno regole più severe per i delinquenti"

Forza Italia: "Noi non votiamo"

Forza Italia ha già fatto sapere che non prenderà parte al voto di fiducia e ha spiegato:

"Forza Italia riconferma che è sua precisa volontà votare sì al decreto Sicurezza. Prendiamo atto che il nostro invito al governo di non porre la fiducia non è stato accolto e questo ci impedisce di esprimere un voto favorevole al provvedimento. Una decisione, questa, presa per evitare che il Movimento 5Stelle andasse in frantumi su un provvedimento così importante e sentito dall'opinione pubblica. Pertanto il gruppo Forza Italia non parteciperà al voto in Senato"

Foto © Palazzo Chigi Licenza CC

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO