Brasile, Bolsonaro all'Italia: "Portate via Cesare Battisti"

"Abbiamo già molti banditi in Brasile, ora portate via questo criminale. Fosse stato per me Cesare Battisti sarebbe già in Italia"

Cesare Battisti

Manca ancora qualche settimana all'entrata in carica di Jair Bolsonaro come Presidente del Brasile, ma il neo eletto per guidare il Paese a partire dal 1° gennaio 2019 ha già ribadito in più di un'occasione di non volere che l'ex terrorista Cesare Battisti rimanga in Brasile.

Bolsonaro lo aveva promesso in campagna elettorale e lo ha precisato anche in queste ore davanti ai cronisti della rivista italo-brasiliana Comunità Italiana, mandando un chiaro invito all'Italia:

Abbiamo già molti banditi in Brasile, ora portate via questo criminale. Fosse stato per me Cesare Battisti sarebbe già in Italia.

Secondo Bolsonaro l'ex terrorista italiano "è stato protetto dai governi di sinistra, ma questo non si ripeterà":

Sappiamo quanto questo caso sia stato duro per l'Italia.

L'avvocato di Cesare Battisti, intanto, nei giorni scorsi aveva fatto sapere che il suo assistito non potrà essere estradato in Italia, ma il nuovo Presidente sembra vederla in modo diverso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO