Salvini: "Malta regala benzina ai migranti? Pronti a bloccare bilanci Ue"

Il Viminale: "Malta regala bussole e benzina ai migranti per farli arrivare a Lampedusa"

Matteo Salvini sul nodo prescrizione

Sull’accoglienza dei migranti, Matteo Salvini torna a polemizzare con Malta dopo che fonti del Viminale hanno accusato La Valletta di regalare bussole e carburante agli stessi per farli arrivare sulle coste italiane, a Lampedusa.

La Guardia costiera maltese ha intercettato una imbarcazione con 13 immigrati a bordo: anziché portarla al sicuro ha fornito all'equipaggio una bussola per indicare la rotta verso l'Italia. Poi ha dato acqua, due taniche di benzina e giubbotti di salvataggio di marca "Mecca Marine", azienda maltese e che produce anche le uniformi della Marina de La Valletta. L'imbarcazione con 13 persone è quindi arrivata a Lampedusa, dove gli immigrati (dieci tunisini e tre del Corno d'Africa, nel gruppo ci sono due donne) hanno raccontato l'episodio. Ci sono indizi che, secondo gli investigatori, rendono credibili le testimonianze.

Così le fonti del Viminale. Salvini avverte: "Abbiamo dimostrato che sappiamo difendere i confini e dimostreremo che, eventualmente, possiamo anche bloccare bilanci e attività europee fino a che l'Europa e qualche Paese continuerà a prendere in giro gli italiani".

"Troppi indizi ci fanno credere d'essere di fronte a un vero e proprio atto ostile di un altro Paese dell'Unione europea: dopo quanto emerso a Claviere nelle ultime settimane, c'è la sensazione che l'Italia sia sotto attacco. Alcuni Paesi membri dell'Ue si disinteressano degli immigrati e ce li rifilano, mentre Bruxelles ci minaccia di sanzioni per la manovra: non ci faremo intimidire" ha aggiunto il ministro e vicepremier.

Tra le pause della sua visita a Eicma Salvini ha parlato anche della conferenza di Palermo sulla Libia: "A differenza di quello che fanno i francesi, il governo italiano si pone come mediatore, non vuole imporre, non pretende nulla, non fissa date di elezioni, non vuole imporre le sue aziende. Quindi spero che tutti in Libia capiscano che l'unica via d'uscita per il Paese è il dialogo con l'Italia".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO