Gentiloni a “Che tempo che fa”: “Salvini si culla sul lavoro di Minniti. Il consenso in politica è effimero”

L’ex Presidente del Consiglio ha presentato su Raiuno il suo nuovo libro.

Paolo Gentiloni a Che Tempo Che Fa 11 novembre 2018

L’ex Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è stato ospite questa sera di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” su Raiuno, subito dopo Rocco Casalino, per presentare il suo libro “La sfida impopulista” e ha parlato con il conduttore della situazione attuale dell’Italia, guidata dl governo di Lega e MoVimento 5 Stelle.

Prima di tutto Gentiloni, spiegando il titolo del suo libro, ha detto che “inseguire i populisti sul loro linguaggio e modo di fare sarebbe sbagliato” e ha aggiunto che a causa di quello che sta facendo l’attuale esecutivo Conte “noi rischiamo in sei mesi il lavoro fatto in sei anni”. Gentiloni ha detto che si può anche dire che quello che hanno fatto i governi PD era insufficiente, ma di certo non è “da buttare a mare”.

Inoltre, esponente del Pd, ha commentato le parole di oggi di Silvio Berlusconi:

“Ho sentito le parole di Berlusconi che ha detto di vedere in pericolo le fondamenta del sistema liberale e devo dire che mi sono trovato d’accordo”

Poi ha aggiunto:

“Quando si dice che il Parlamento è superato perché ci vorrebbero altre forme di democrazia, quando si chiudono i porti, il confine è sempre difficile da stabilire, sono in gioco, e non solo in Italia, i confini del nostro sistema liberale e siccome io ci tengo penso che bisogna accettare questa sfida e prenderla sul serio”

Il conduttore Fazio gli ha chiesto se la democrazia è in crisi e se è vero che basta il “buonsenso” e Gentiloni ha risposto:

“Io qualche volta vedo in crisi anche il senso comune. Non bisogna seguire la moda del momento, inseguire con gli insulti le altre parti politiche. Chi governa ha il dovere di avere capacità e competenza e la democrazia è in pericolo nel momento in cui i cittadini vengono presi in giro da promesse mirabolanti, illusioni spettacolari che molto rapidamente si dimostrano fasulle. Io credo che nei prossimi mesi l’Italia corra questo rischio. Siamo stati travolti da un cocktail di illusioni e paure. Chi ha seminato l’odio, rischia di raccogliere quel che ha seminato in termini di malcontento e odio nei confronti della democrazia”

Per quanto riguarda la sua parte politica, Gentiloni ha commentato:

“L’errore fondamentale che abbiamo fatto credo che non siano stati i risultati, ma il fatto che li abbiamo raccontati come se ci fosse stata già una missione compiuta. Il Pd è diventato come il simbolo di questa situazione che andava migliorando, ma era ancora largamente insufficiente, avendo sostenuto tutti i governi da Monti in poi. Non abbiamo visto arrivare l’onda populista e ora dobbiamo metterci vicino ai cittadini, vicino a chi subisce le ingiustizie”

Sugli sbarchi poi Gentiloni ha detto:

“Noi rivendichiamo l’umanità che abbiamo coltivato in questi anni e che ha fatto dire a Jean-Claude Juncker che l’Italia ha salvato l’onore dell’Europa. Salvini si culla sul lavoro di Minniti. Che cosa dovevamo fare adesso che non c’è più l’emergenza sbarchi? Bisogna lavorare sulle quote di immigrati sicure per la nostra economia, sul corridoio umanitario per i rifugiati e sull’integrazione

Poi Fazio ha chiesto: “Lei dice che il suo errore più grave è stato accettare una legge elettorale che sapeva avrebbe favorito gli altri, lo ha detto a Renzi?” e Gentiloni ha risposto:

“È stato un errore obbligato, come si dice nel tennis, perché c’era una maggioranza parlamentare enorme a favore di quella legge. Sapevo che non sarebbe stata una buona legge elettorale, ma sentivo un forte appoggio da parte del Parlamento, comunque non credo che sia stata un’offesa alla democrazia”

Per quanto riguarda il mancato accordo con il M5S, Gentiloni ha detto:

“Io penso che per il PD non c’erano le condizioni di governare con il M5S, io però sarei arrivato a questa soluzione attraverso un confronto, ma la conclusione sarebbe stata comunque che l’accordo non era possibile”

Sull’attuale governo l’ex Premier ha detto:

“Ha un notevole consenso, ma siamo a 5-6 mesi dall’insediamento e il consenso è abbastanza effimero in politico. Sulla solidità, io vedo una grave debolezza economica. Io ne approfitto per rivolgermi al governo e chiedere di rivedere la manovra economica. Ci sono ancora due giorni per negoziare. Se stai in Europa e dici che non ti interessa la violazione delle regole europee è molto pericoloso, non perché arriva la bacchettata della Commissione Europea, ma perché arriva la bacchettata dei mercati. Penso che l’ultima cosa che serve al Paese sia una sorta di bipolarismo con Lega e M5S, che chieda al Pd di appoggiare i Cinque Stelle, quindi se cade si va alle elezioni e tutti tiriamo un sospiro di sollievo. Io spero di sbagliarmi, ma penso che questo governo sia un pericolo per il Paese”

Fazio ha anche fatto accenno a Salvini che ha una popolarità da rockstar, ma Gentiloni ha commentato:

“Voglio solo ricordare a chi lo ha dimenticato che il Primo Ministro più popolare in Italia negli ultimi dieci anni è stato Mario Monti. Oggi sembra incredibile, ma a 4-5 mesi dal suo insediamento aveva livelli di popolarità che Salvini si sognerebbe. Il modo in cui questa popolarità si manifestava era diverso, non si facevano ancora tanti selfie. Dobbiamo lavorare affinché questo consenso al populismo si riduca”

Sull’assemblea e poi il congresso del PD Gentiloni ha detto:

“Io non sono tra i candidati. Penso che Zingaretti, per ora unico candidato, possa rappresentare l’idea di una stagione nuova. Io Minniti lo difenderò sempre perché le cose che abbiamo fatto insieme le rivendico e credo che siano cose che hanno fatto bene al nostro Paese”

Infine Fazio ha chiesto se ci sono rischi per l’Europa e Gentiloni ha detto:

“Oggi abbiamo visto il raduno dei grandi del mondo a 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale. A quell’epoca non si poteva vedere che sarebbe arrivato un periodo in cui ci sarebbero state altre centinaia di migliaia di morti. Non dico che ora stia per arrivare un’altra guerra, ma bisogna avere occhi aperti e schiena dritta, perché giocarsi l’Europa in questo momento è davvero pericoloso per il mondo e per l’Italia”

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO